EURO EMOTICON

Giordano Bortolani, positivo contro Malaga/Foto Ciamillo-Castoria

di Andrea Ranieri

Dopo un periodo di tanti rinvii per Covid e la pausa per le nazionali, torna il nostro appuntamento con Euro emoticon versione Champions League ed Eurocup. Nel trofeo FIBA continuano le difficoltà della Fortitudo, sconfitta in casa da Bilbao, mentre Brindisi vince anche in casa di Oostende. Nella seconda coppa ECA, devono dire del tutto addio alla competizione Brescia e Venezia, battute rispettivamente da Malaga e Badalona. Rimane imbattuta la Virtus, che con una clamorosa rimonta a Monaco sigilla anche il primo posto nel girone. Trento, pur nettamente sconfitta a Lubiana, è già certa del passaggio del turno. 

CHI SALE

Brindisi. Ormai non c’è più sorpresa per una Brindisi solida anche in formato europeo. La vittoria di Oostende rischia di essere importante per le sorti pugliesi nel girone. Quattro uomini in doppia cifra, guidati da un D’Angelo Harrison autore di 21 punti, e un gioco d’attacco ad alto ritmo sempre più convincente ed efficace. Il passaggio del turno è tutt’altro che un’utopia. C’è anche l’ottima marcia in campionato, che domenica prevede il big match a Milano.     

Virtus Bologna. Va detto che non deve essere stato facile giocare contro una delle migliori squadre del girone dopo il cinema dipanatosi a inizio settimana. Il 40-22 francese all’intervallo lo testimonia. Poi, però, è scattato qualcosa, una prepotente reazione d’orgoglio basata sulla difesa e sull’imposizione della tecnica rispetto alla fisicità difensiva dei padroni di casa. Una rimonta lunga due quarti, suggellata da alcune giocate decisive. Il primo posto è cosa fatta con due turni di anticipo, situazione ideale per risollevarsi in campionato. Solo il raggiungimento della finale scudetto e la vittoria dell’Eurocup potranno infatti far calare il sipario sulla vicenda Shasha Djordjevic.      

Giordano Bortolani. La sconfitta casalinga contro Malaga, per come è arrivata, può starci per Brescia, che se la gioca fino in fondo contro una delle favorite del torneo, segno che la cura Buscaglia sta dando i primi frutti. Su tutti, ci piace notare la prova da 11 punti in 15 minuti per il classe 2000 Giordano Bortolani, uno dei possibili futuri gioielli del nostro basket. Un piacere vederlo protagonista su un palcoscenico simile, nonostante la battuta d’arresto della squadra.  

CHI SCENDE

Fortitudo Bologna. Bilbao si è presentata al PalaDozza con assenze ancora senza vittorie in Europa, proprio come la Effe. Nulla da fare, l’esordio di coach Luca Dalmonte in panchina è coinciso con l’ennesima sconfitta stagionale. In attacco manca coralità, e non possono bastare i soliti noti punti di riferimento per risolvere la situazione, mentre la fase difensiva è altalenante. Se Dalmonte non riuscisse a ricomporre le innumerevoli ferite, la stagione della Fortitudo potrebbe essere destinata a esiti drammatici, non solo in Europa.         

Aquila Trento. Il team di Brienza, falcidiato dagli infortuni, inizia a recuperare alcuni pezzi importanti, ma questo non basta ad evitare una netta sconfitta a Lubiana. Colpa di percentuali molto basse al tiro (34% da due e 23% da tre punti), frutto di un attacco poco ispirato e a tratti un po’ fermo. Poco male, la qualificazione è cosa fatta, ora le ultime due partite serviranno a cercare di migliorare il più possibile il posizionamento nel girone. 

Reyer Venezia. Venezia, come Trento, paga un girone giocato alla mercé di infortuni e positività al Covid. Tuttavia, anche i primi recuperi di giocatori non sono bastati a evitare la sconfitta interna contro Badalona. Gli spagnoli, come nella gara di andata, hanno dominato con il loro gioco interno, sfruttando anche l’assenza di Mitchell Watt. E’ eliminazione per una delle squadre forse più attrezzate della competizione, ma non possono mancare attenuanti per gli orogranata.         

   

LE CLASSIFICHE DEI GIRONI

EUROCUP – PRIMA FASE

Gruppo A

Joventut Badalona 6-2 (qualificata)

Unics Kazan 6-3 (qualificata)

Bourg en Bresse 5-3 (qualificata)

Partizan Belgrado 5-3 (qualificata)

Reyer Venezia 2-6

Bahcesehir Istanbul 1-8

Gruppo B

Unicaja Malaga 7-2 (qualificata)

Boulogne Metropolitans 5-3 (qualificata)

Buducnost 5-3 (qualificata)

Mornar Bar 4-5

Ratiopharm Ulm 3-6

Leonessa Brescia 2-7

Gruppo C

Virtus Bologna 8-0 (qualificata)

Lokomotiv Kuban 7-2 (qualificata)

Monaco 4-3 (qualificata)

Andorra 3-4

Liektabelis 1-7

Giants Antwerp 1-8

Gruppo D

Gran Canaria 7-2 (qualificata)

Aquila Trento 6-3 (qualificata)

Cedevita Olimpija 5-3

Nanterre 4-4

Promitheas 2-5

Bursaspor 0-7

CHAMPIONS LEAGUE – PRIMA FASE

Gruppo A

Sassari 3-0

Tenerife 2-1

Galatasaray 1-2

Bakken Bears 0-3

Gruppo B

Digione 3-0

Nymburk 2-1

Tofas Bursa 1-2

Keravnos 0-3

Gruppo C

AEK 3-0

Tsmoki Minsk 2-1

Hapoel Holon 1-2

Cholet 0-3

Gruppo D

Zaragoza 2-0

 Falco Szombathely 1-1

Nizhny Novgorod 1-1

Start Lublin 0-2

Gruppo E

Strasburgo 2-1

VEF Riga 2-1

Peristeri 1-2

Rytas Vilnius 1-2

Gruppo F

Bamberg 3-0

Pinar Karsiyaka 1-1

Bilbao 1-2

Fortitudo Bologna 0-2

Gruppo G

Turk Telekom 2-1

Limoges 1-2

Hapoel Gerusalemme 1-1

Igokea 1-1

Gruppo H

Brindisi 2-1

Burgos 2-1

Darussafaka 1-2

Oostende 1-2