Lorenzo Ambrosin: foto Basketinside 

di Eugenio Petrillo 

Nel weekend si è giocata l’ottava giornata di Serie A2 e come sempre gli spunti di riflessione sono parecchi.
Come di consueto ecco che Basket Magazine vi viene incontro e vi riepiloga tutto ciò che è successo con la rubrica esclusiva “A2 emoticon”. 

🙂 

  • Il risultato del big match di giornata non può non aprire la nostra rubrica. Forlì alla UnieuroArena ha sconfitto nettamente Scafati: 92-65.
    I romagnoli hanno annichilito uno degli avversari più forti della categoria, come la Givova. Non è giusto menzionare solo un elemento della squadra di coach Sandro Dell’Agnello, ma è doveroso fare un discorso corale. Sono stati superlativi Erik Rush con 24 punti, Terrence Roderick con 19 e Yancarlos Rodriguez sempre con 19. PROVA DI SQUADRA SUPERLATIVA 
  • Un altro risultato importante arriva dalla partita tra San Severo e Ferrera. I pugliesi hanno strappato un referto rosa che sembrava poter essere proibitivo: 70-66.
    Per la squadra di coach Lino Lardo sugli scudi c’è il leader Andre Jones autore di una prova da 20 punti (7/11, 1/4 e 3/4) con 8 rimbalzi, 5 assist e 23 di valutazione. UOMO CHIAVE 
  • Roma ritrova il sorriso. Non è facile dopo le tremende vicende legate alla sparizione della Virtus Roma. Ma la Capitale ha ritrovato la pallacanestro e la passione. Si è giocato in Serie A2 il derby romano tra Eurobasket e Stella Azzurra. L’esito è stato, come da pronostico, scontato: l’Eurobasket ha sconfitto nettamente i rivali per 84-63. Ma quel che è più importante è che a Roma si continui a parlare di palla a spicchi. L’Eurobasket ha ambizioni importanti come dimostrano investimenti e risultati sul campo. Insomma c’è chi è pronto a prendere l’eredità pesante della Virtus Roma! A ROMA C’È ANCORA VITA 
  • Una delle squadre protagoniste di questa prima parte di stagione, nel girone verde, è senza ombra di dubbio Tortona. I piemontesi sono a bottino pieno: 7 vittorie su 7 partite. L’ultimo successo arriva a Milano contro l’Urania per 69-79. Protagonisti assoluti due italiani. In primis Bruno Mascolo che in 28’ ha segnato 24 punti (6/8, 1/1 e 9/10) con 4 rimbalzi, 4 assist e 32 di valutazione.
    Oltre a Mascolo da segnalare anche la prova di Lorenzo Ambrosin che in 21’ ha segnato 20 punti (1/3, 5/7 e 3/4) con 6 rimbalzi e 21 di valutazione. ITALIANI ALLA RIBALTA 
  • Capo d’Orlando ottiene un altro importante successo e lo fa in casa contro l’Assigeco Piacenza per 89-86.
    Impressionante ancora una volta la prova di Jordan Floyd. Il numero 8 della squadra di coach Sodini in 35’ ha segnato 32 punti (9/10, 2/2 e 8/10) con 5 assist e 38 di valutazione. Il successo l’Orlandina se l’è costruito anche grazie alle prove di Xavier Johnson (19 punti con 10 rimbalzi) e Celis Taflaj (14). GRANDE TRASCINATORE 
  • Non è una scoperta per la categoria, ma va giustamente segnalata. Nella netta vittoria di Orzinuovi su Casale Monferrato (71-109) sale in cattedra il solito Anthony Miles che in 34’ ha segnato 28 punti (6/11, 3/5 e 7/7) con 6 rimbalzi, 4 assist e 31 di valutazione. SEMPRE PROTAGONISTA DELLA CATEGORIA 
  • Uno dei risultati a sorpresa di questa giornata è senza ombra di dubbio la vittoria di Treviglio su Torino per 77-66. Da segnalare la prestazione di Davide Reati che in 33’ ha segnato 17 punti (4/6, 3/7) con 9 rimbalzi, 3 palle recuperate, 4 assist e 25 di valutazione. REATI E TREVIGLIO CHE COLPACCIO 

 

🙁 

  • Non si può non aprire le note stonate con la polemica che ha visto protagoniste Napoli e Ravenna. La GeVi ha espugnato il campo ravennate, ma al termine del match non sono mancate le parole di troppo. Sono partite dal presidente partenopei Federico Grassi che ha denunciato l’inadeguatezza dell’impianto (PalaCosta) di Ravenna. Pronta la risposta del GM della OraSì, Julio Trovato, e la contro-risposta ancora del numero uno del club campano. Il basket in questo momento non ha bisogno di queste polemiche! NON VOGLIAMO POLEMICHE! 
  • Chieti ha sconfitto Rieti per 71-66. Per la formazione reatina è venuta a meno la prova di uno dei propri leader: Dalton Pepper. Il giocatore americano in 31’ ha segnato solo 9 punti (3/8, 1/4) per solo 4 di valutazione. SERVE FARE DI PIÙ
  • La Givova Scafati ha perso nettamente contro Forlì. Per i campani – era assenze Valerio Cucchi – deludono i due giocatori americani. Oltre ad un Randy Culpepper già da tempo un po’ in difficoltà, nettamente sottotono Charles Thomas che in 23’ ha segnato 10 punti tirando molto male: 4/8, 0/3 e 2/2 e solo 2 di valutazione. CHE DELUSIONE 
  • Pistoia sta attraverso un momento di grande difficoltà. Ha perso per infortunio Marks, ma allo stesso tempo deludono gli stranieri toscani. In particolare Deshawn Sims, pretoriani di coach Michele Carrea già ai tempi di Biella. Per il lungo americano ci sono solo 6 punti (3/11 da due), 7 rimbalzi, 4 palle perse e -2 di valutazione in 29’ di impiego. DOVEVA FARE MEGLIO 

 

A2 AWARDS DELL’OTTAVA GIORNATA: 

Migliori marcatori: 

Girone Verde: Floyd (Capo d’Orlando) e McDuffie (Assigeco Piacenza) 32 punti 

Girone Rosso: Thompson (Stella Azzurra) 25 punti 

 

Migliori rimbalzisti: 

Girone Verde: Nwohuocha (Trapani), Camara (Monferrato) e Easley (Bergamo) 12 rimbalzi 

Girone Rosso: Poletti (Pistoia) 13 rimbalzi 

 

Migliori assist: 

Girone Verde: Johnson (Capo d’Orlando) 8 assist 

Girone Rosso: Monaldi (Napoli), Stefanelli (Rieti), Bucarelli (Eurobasket Roma) e Moreno (Cento) 6 assist 

 

Migliori valutazione: 

Girone Verde: Floyd (Capo d’Orlando) 38 

Girone Rosso: Poletti (Pistoia) 26