Digerita la sconfitta in semifinale di Coppa Italia contro la Fortitudo Bologna, il patron di Trapani  Shark Valerio Antonini ha deciso di mettere un punto. Il punto riguarda l’esonero di coach Daniele Parente, nonostante abbia guidato la squadra ad un record di 24 vittorie in 26 partite  in campionato, e con il successo della Supercoppa d’inizio stagione. “Non è la sconfitta in sé – ha detto Antonini –, ma per la figura barbina con la quale è arrivata. Si può perdere ma non in quella maniera, visto che i giocatori sono i più pagati di tutto il campionato. In bocca al lupo a Daniele per il suo futuro”. Insomma, il presidente di Trapani non le ha di certo mandate a dire, visto che la sua squadra è quella meglio coccolata dell’A2. Ma ‘è ancora da imparare, perché “faccio i complimenti alla  Fortitudo, e devo dire che dobbiamo imparare da loro. Io e il mio staff siamo giovani da questo punto di vista, ma ho visto nella formazione bolognese un organizzazione che dobbiamo ancora raggiungere, ed è quello – ha concluso Antonini – il nostro scopo”.

Giovanni Bocciero