Le parole del CT dell’Italia dopo la vittoria contro l’Angola nelle prima gara della FIBA World Cup 2023:

“Prima di tutto voglio congratularmi con coach Josep Claro e la sua squadra, hanno giocato una buona partita. Viene dal mio profondo del mio cuore perchè hanno giocato una veramente ottima partita, con il cuore, tatticamente. Poi devo chiedere scusare con i miei giocatori perchè ero sotto stress, non li ho supportati, ero teso e nervoso e voglio chiedere scusa a loro. Sono stati fantastici, sanno quello che dovevano fare, come dall’inizio delle amichevoli di avvicinamento. Come ho detto prima, congratulazione all’Angola, non abbiamo tirato bene da tre punti, abbiamo concluso con un 5/31 dietro l’arco. In queste competizioni dobbiamo guardare avanti, mi fido dei miei giocatori, questa è stata una dura giornata per loro, ma tra due giorni avremo un approccio differenti, in primis io. Dove è Manny Pacquiao? Perchè non è venuto, ha paura di me? Tifavo per lui nei suoi scontri contro Mayweather, sono così triste. Conoscete qualcuno che l0 conosce? Ditegli di chiamarmi che facciamo un match. La prima partita dei Mondiali in spazi enormi, alcuni chiusi ed altri aperti, non è un caso che le squadre abbiano tirato male. Chiaramente entrambe le squadre hanno approfittato di questo, chiudendo l’area, abbiamo grandi tiratori, anche oggi li abbiamo avuti ed ogni tanto i tiri non entrano. Era possibile incappare in una partita del genere, ora pensiamo alla prossima partita. Salvo di positivo, che se una squadra gioca disinteressata, lo è anche alla prima partita del Mondiale. Se una squadra ha questo attaccamento e passione ed amore reciproco, può succedere che la squadra giochi una prima partita contratta. Sono ancora più contento che sia successi con io che non li ho aiutati. Ricci è stato straordinario, ha giocato una partita eccellente. Achille è stato il migliore in campo all’inizio, ma sono contenti sia di Giampaolo che di Achille. Era normale che pagassimo qualcosa con i ragazzi più giovani, ma li ho visti con una bella faccia. Abbiamo grande fiducia in loro, Gabriele è stato straordinario, anche Matteo. Sono contento.”