La Segafredo, dopo la convincente vittoria contro Milano nella sfida domenicale di campionato, che ha sancito il vantaggio di due punti, ed il fattore differenza canestri nei confronti della compagine meneghina, si appresta questa sera ad affrontare la regina di Eurolega, i campioni d’Europa, quel Real Madrid che si presenta a Bologna con un ruolino di marcia nelle ultime gare, non propriamente all’altezza della prima parte di stagione.

Per certi versi simile a quanto accaduto ai bianconeri, i “blancos” di coach Chus Mateo vengono da un periodo in cui la forma fisica non è stata certamente ai livelli di quanto mostrato nel girone di andata. Le ultime tre gare perse, di cui due casalinghe, hanno mostrato un Real in parte appagato da quanto fatto sinora, ma anche non proprio brillante, rispetto a quanto visto nel girone d’andata.

Alcuni dei senatori di coach Mateo, probabilmente stanno rifiatando un pò, in vista del rush finale in cui i madrileni vorranno anche quest’anno dire la loro, alla prossima final four. Tuttavia, i ragazzi di coach Luca Banchi non devono fare troppo affidamento sull’eventualità di incontrare un Real dimesso o poco concentrato, i vecchi leoni sono proprio quel genere di giocatori che appena ne hanno le possibilità, azzannano la preda e non la mollano tanto facilmente.

Servirà perciò un’altra serata di grande battaglia e coraggio da parte dei bianconeri, che in un’arena ancora una volta ricolma dei propri sostenitori, dovranno sfornare una partita perfetta per poter provare a battere i campioni in carica, e porre un’altro importante mattone verso la qualificazione diretta ai playoff.

Cosa fare stasera per battere il Real è argomento che in Virtus stanno studiando da giorni, gli spagnoli se indovinano la serata, sono squadra attrezzata in ogni reparto, con grandi eccellenze fatte di forza fisica, atletismo e grande esperienza, sicuramente un brutto cliente da affrontare.

Gli uomini di Banchi però, soprattutto domenica contro Milano, ma anche ad Atene se togliamo quel terzo periodo in cui hanno sbagliato tiri facilissimi, sono parsi in netto recupero fisico, pronti ad affrontare nella maniera migliore, l’ultima parte di stagione, in cui si gioca per gli obiettivi più importanti.

In netto miglioramento sono parsi Daniel Hackett, e sopratutto Toko Shengelia, dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori per diverso tempo. Anche Jordan Mickey ha mostrato vibrazioni positive, mentre ci si aspetta sempre un segnale importante da Ante Zizic, lasciato in panchina ad Atene dopo un buon avvio e non fatto entrare contro Milano, dove avrebbe avuto sicuramente qualche problema difensivo sui lunghi atipici dell’Armani, che spesso tendono ad uscire per colpire dall’arco.

Altri segnali importanti sono arrivati da Achille Polonara, lo stato di forma in crescita del ragazzo è sembrato piuttosto evidente a tutti nelle ultime gare, come la crescita dei capelli, che ne attesta un completo recupero fisico a seguito dei trattamenti medici subiti dopo l’intervento chirurgico. Cose interessanti sono arrivate pure da Awudu Abass, professionista esemplare che si è sempre fatto trovare pronto nelle occasioni in cui la squadra ha avuto bisogno dei suoi punti e dell’applicazione difensiva.

Periodo di appannamento invece per Isaia Cordinier, ultimamente il francese sta faticando parecchio, principalmente in attacco dove, se le gambe non sono al 100%, difficilmente riesce ad essere protagonista.

Quella di stasera, da partita quasi impossibile sino a qualche settimana fa, potrebbe trasformarsi in una gara in cui cercare gloria per i bianconeri, vincere ancora una volta sul proprio parquet, battendo la prima in classifica, certificherebbe in maniera inequivocabile una stagione ben sopra ogni aspettativa iniziale per coach Banchi ed i suoi ragazzi, proiettando la Segafredo verso un finale di stagione in cui, diventerebbe davvero reale, il desiderio di accedere ai playoff direttamente dalla porta principale, evitando i play in.

Palla a due alle ore 20,30 agli ordini del tedesco Robert Lottermoser, dello sloveno Milan Nedovic e dell’inglese Eduard Udyanskyy. Partita trasmessa da Sky Sport, DAZN ed EuroLeague TV, mentre l’immancabile voce di Dario Ronzulli, racconterà la cronaca dai microfoni di Nettuno Bologna Uno.

Nell’immagine Alessandro Pajola (foto Ciamillo Castoria)