Una Segafredo largamente rimaneggiata si appresta questa sera ad affrontare ad Istanbul, i turchi del Fenerbahce per una sfida di alta classifica. Coach Luca Banchi dovrà fare a meno degli infortunati Dobric e Shengelia, oltre al lungo degente Cacok che ha già chiuso anzitempo la stagione, e del capitano Belinelli, che dopo la nascita della secondogenita Deva Vittoria, è rimasto a Bologna.

Una Virtus decimata proverà comunque a fornire una prestazione di livello, affrontando una delle squadre più in forma del momento, nonostante nell’ultima gara giocata a Kaunas, abbia rimediato una severa sconfitta dallo Zalgiris di coach Trinchieri (98 a 75 il risultato finale).

I ragazzi di coach Jasikevicius sono ben conosciuti in Europa, gente come Calathes, Dorsey, Guduric, Wilbekin, Pierre, Motley e Papagiannis, compongono un roster di tutto rispetto, e l’attuale classifica occupata, il quinto posto in solitaria con un record di tredici vinte e nove perse, è forse anche insufficiente per un gruppo del genere.

La Virtus dovrà essere molto brava a dosare le energie, viste le assenze numerose ed importanti, tutti dovranno fornire una prova maiuscola per provare a contrastare la fisicità ed il talento che i turchi potranno versare sul parquet di casa, sfruttando anche il sostegno del pubblico amico.

Nella gara dell’andata, tutto si decise nel terzo quarto, la Segafredo riuscì ad imporre la propria difesa limitando l’attacco dei turchi e mettendo a segno un parziale di 24 a 14 che le consentì di poter gestire l’ultima frazione, garantendo ai bianconeri un successo molto importante (87 a 79 il finale).

Questa sera sarà ancora una volta essenziale, esprimere una difesa di alto livello, soprattutto sugli esterni, vero punto di forza del Fener, mentre sotto le plance, serviranno tantissimo le cose buone mostrate da Ante Zizic nell’ultima gara vinta dai bianconeri a Varese.

Mancheranno questa sera i 15 punti di Shengelia, gli 11 di Dobric, i 10 di Cacok e gli 8 a testa di Smith e Belinelli, un totale di 52 punti che all’andata servirono tantissimo in una gara molto equilibrata. Non sarà facile per la Virtus trovarne altrettanti, ed è per questo motivo che ogni giocatore che andrà in campo, dovrà fornire una prestazione al massimo delle proprie possibilità, iniziando soprattutto dalla difesa, per cercare di limitare un attacco, quello turco che viaggia a quasi 84 punti di media in questa edizione di Eurolega.

La buona notizia per la Segafredo, è arrivata in settimana dal rinnovo fino al 2026 di Daniel Hackett, il guerriero col numero 23 sulle spalle, si è detto felicissimo di poter continuare la propria avventura in bianconero. Bene ha fatto la Segafredo a prolungare il contratto col nativo di Forlimpopoli, nonostante la non più verde età, rappresenta ancora oggi, uno dei migliori esterni italiani per qualità di gioco, esperienza e carattere.

Palla a due alle ore 18,45 agli ordini dello sloveno Matej Boltauzer, del lettone Olegs Latisevs e del tedesco Steve Bittner. Visibile su Sky Sport e DAZN, mentre l’inconfondibile voce di Dario Ronzulli ne racconterà la cronaca sulle frequenze di Nettuno Bologna Uno.

Alessandro Stagni

Nell’immagine Daniel Hackett (foto Camillo Castoria)