L’Efes fa il miracolo. Lo fa alla Sinan Erdem Arena contro il Panathinaikos della leggenda del club Ergin Ataman: 71-68 il finale di una partita incredibile.
Una partita combattuta e l’ultimo quarto è stato incredibile. Dopo l’uno su due ai liberi di Thompson a 7 secondi dal termine (71-68), il Panathinaikos ha avuto nelle mani il tiro del pareggio. Nella fattispecie è passato tutto dai polpastrelli di Mitoglou che ha scagliato la tripla sul ferro.
È un’impresa quella dell’Efes perché avvenuta senza Clyburn, Beaubois, Zizic, Pleiss, Willis, insomma tantissimi giocatori chiave.
Sugli scudi ed MVP assoluto l’ex Pesaro Tyrique Jones con una doppia doppia da 21 punti e 14 rimbalzi. In doppia cifra anche Larkin con 20.
Al Pana non bastano i 13 di Nunn e Lessort. 

La cronaca 

L’avvio di gara è tutto a favore dell’Efes. I turchi provano ad imporre il proprio gioco e lo fa in maniera molto convincente. Infatti il primo quarto si chiude sul 23-15.
Il secondo quarto si apre come il primo. L’Efes comanda e il Pana subisce. Poi però la squadra di Ataman si sblocca e va all’intervallo sotto di 6 lunghezze (37-31) con un canestro sulla sirena di Nunn.
La gara è diventata equilibrata. L’Efes prova a mantenere la testa della gara, ma il Pana piano piano prende quota. Mette il naso davanti con la tripla di Sloukas e lo mantiene al 30’ sul 52-50. 
Il quarto quarto è un batti ribatti continuo. Nessuna delle prende il sopravvento e si arriva a 49 secondi dalla fine 70-68 per l’Efes.
L’attacco di Sloukas si infrange sul muro difensivo dell’Efes e Thompson subisce il fallo tattico: 1/2 e 71-68.
Il Pana ha tempo di costruirsi una buona azione e Mitoglou tira piedi per terra. Palla sul ferro e vittoria Efes 71-68. 

QUI le statistiche complete del match 

Nell’immagine Jones, foto EuroLeague