BOLOGNA – La Virtus Bologna ritrova vittoria  e sorriso. Alla Segafredo Arena le V Nere si impongono per 87-74 contro Valencia. La squadra di Banchi torna dalla lunga sosta per la Coppa Italia e le nazionali con una vittoria, importantissima per il morale e soprattutto per la classifica. Infatti con questo successo la Virtus rimane aggrappata al treno playoff e rimanendo a debita distanza dalla quota playin. Purtroppo però non è stato tutto positivo per la Segafredo. Dopo 6 minuti infatti i padroni di casa hanno perso per infortunio Toko Shengelia. Il georgiano involandosi al ferro ha subito la più classica delle scavigliate: non è più rientrato in campo per il resto della partita.
La Virtus ha giocato bene di squadra, non si è disunita quando Valencia ha provato a spezzare il ritmo di gioco e ad innervosire la gara. Banchi ha trovato risposte positive da tutti i suoi uomini, in particolare Jordan Mickey e Iffe Lundberg. La Segafredo l’ha vinta con l’apporto della panchina, ma senza dimenticare Marco Belinelli che nel primo tempo ha indirizzato la gara sui binari bianconeri.
Per la Virtus ci sono 16 punti di Belinelli, 14 di Mickey, 12 di Cordinier e 11 di Lundberg.
Per Valencia invece arrivano 20 da Jones, unico degli spagnoli a raggiugnere la doppia cifra. 

La cronaca

In avvio di gara l’intensità è subito elevata. Volano colpi duri e di questo ne soffre la Virtus che perde – per una scavigliata – Shengelia. Dopo 6’ Valencia è avanti 18-12.
La Segafredo però in qualche modo riesce a ritornare a contatto dopo aver toccato anche il -8 e chiude il primo quarto sotto solo di due lunghezze sul 20-18.
La Virtus comincia molto bene il secondo quarto. Lo fa sfruttando gli errori valenciani e colpendo in contropiede. Mickey e Belinelli siglano il 34-28 a 3.22 dalla fine del primo tempo.
All’intervallo la Virtus è in controllo e negli spogliatoio per la pausa lunga ci va sul 44-32 in proprio favore.
Al rientro in campo la Virtus riesce a mantenere il controllo delle operazioni e lo fa grazie ad un buon Mickey. Valencia però non ci sta e con un Jones in spolvero riesce a chiudere i 30’ sotto di 8 punti: 65-57 il risultato alla fine del terzo quarto.
Nell’ultimo periodo la Virtus mantiene saldo il controllo delle operazioni. Valencia non dà l’impressione di poter rientrare a contatto e la Virtus vince 87-74. 

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Iffe Lundberg, foto Ciamillo-Castoria