L’Asvel Villeurbane sconfigge Milano in Francia grazie ad una migliore percentuale da tre punti, 9/22 (40%) contro il 10/34 (29%) della squadra di Ettore Messina e con una migliore percentuale anche da due punti, 21/35 (60%) contro il 17/32 (53%) della squadra italiana. All’Olimpia non basta una supremazia a rimbalzo, 36 carambole catturate contro le 30 della squadra francese ed una migliore percentuale in lunetta, 13/16 (81%) contro il 12/16 (75%) dell’Asvel. Di seguito le pagelle del match:

 

ASVEL VILLEURBANE:

Mike Scott 6,5: Ottima prova dell’ex NBA, solido ed attento in fase difensiva ed efficace in attacco dove produce 12 punti e 5 rimbalzi

Deshaun Thomas N.E.

Paris Lee 5,5: Gara sottotono oggi la sua, in attacco non riesce ad entrare in partita registrando appena appena 5 punti con un 2/5 dal campo ed in difesa ha tanti alti e bassi

Charles Kahudi 6: Appena 4 punti e 4 assist in fase offensiva, ma rimedia con un’ottima prova nella metà campo difensiva dove è fondamentale

Joffrey Lauvergne 7,5: Il dominatore dell’incontro, decisivo sotto i tabelloni, in attacco (soprattutto nel primo tempo è devastante), chiude a 17 punti e 4 rimbalzi

Timothe Luwawu-Cabarrot 6: Fatica al tiro con 7 punti ma un 2/8 dal campo, ma rimedia con una buona prestazione in difesa e cinque rimbalzi catturati

Edwin Jackson 6: Prova senza infamia e senza lodi la sua, dove registra 2 punti e 2 assist ed in fase difensiva è sempre attento e concentrato

Nando De Colo 7: Anche lui è cruciale per il successo finale della sua squadra, in attacco è un autentico fattore con i suoi 13 punti e 4 rimbalzi ed in difesa non delude

David Lighty 6: Poco incisivo in attacco con appena 3 punti e 2 assist, ma riesce a rimediare con un’ottima prova nella metà campo difensiva

Mbaye Ndiaye 6,5: Ottima prova del classe 1999, che si fa trovare pronto sia a protezione del ferro che in attacco dove produce 9 punti e 6 rimbalzi

Noam Yaacov 6,5: Decisivo nel finale con i suoi canestri per ottenere il successo finale, in attacco registra 9 punti e 2 rimbalzi

coach Pierric Poupet 6,5: La sua squadra vince e convince, controlla la sfida sin dal primo minuto, controlla il ritorno di Milano e torna così al successo in Eurolega

 

OLIMPIA MILANO:

Maodo Lo 6: Nonostante le percentuali alterne, è uno dei pochi a salvarsi in casa Milano. È quello che riesce a trovare con più continuità la via del canestro e chiude a 15 punti e 2 assist

Rodney Mcgruder 5,5: Bene in attacco nei minuti in campo, dove produce 9 punti, 3 rimbalzi e 2 assist, mentre in difesa ha troppi alti e bassi

Alex Poythress S.V. Appena sei minuti in campo

Giordano Bortolani S.V. Solo sei minuti sul parquet

Nicolò Melli 5: Oggi anche lui non riesce ad incidere, fatica a contenere la fisicità dei lunghi dell’Asvel ed in attacco non riesce a rendersi efficiente con appena 4 punti e 3 rimbalzi

Giampaolo Ricci 5: Anche lui non riesce ad incidere nella partita, appena 4 punti e 4 rimbalzi ed anche in fase difensiva non riesce a far la differenza

Devon Hall 6,5: Il migliore nelle fila dell’Olimpia, in attacco è l’unico che riesce ad essere un fattore con 19 punti, 4 rimbalzi e 3 assist ed in difesa fa il suo

Shavon Shields 5: Dopo la finale di Coppa Italia gioca un’altra partita opaca, dove ad eccezione di una tripla nel finale non riesce mai ad incidere, per lui appena 9 punti ma con un 3/10 dal campo

Kyle Hines 5,5: Anche per lui troppi alti e bassi all’interno della sfida, solo nel finale riesce ad avere una reazione, ma paga la prestazione nella metà campo difensiva. Chiude a 11 punti

Johannes Voigtmann 5,5: Anche lui riesce a mettersi in mostra solo quando la sfida sembra essere ormai segnata, 6 punti e 5 rimbalzi, ma soffre in difesa

coach Ettore Messina 5,5: Se è pur vero che la squadra era in emergenza, dall’altra parte ci si sarebbe aspettata un’Olimpia più solida soprattutto dal punto di vista difensivo, fattore che poi l’ha condannata al ko

 

 

Nell’immagine Maodo Lo, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti