Finale al cardiopalma al PalaSojourner di Rieti, la Fortitudo la spunta per 60 a 58. A decidere la partita è stato Deshawn Freeman che a 15 secondi dalla fine con un canestro rocambolesco ha regalato il vantaggio ai suoi, dopo che Acellotti dall’altra parte del campo aveva siglato il pareggio. A nulla è servito il tentativo di replica dei padroni di casa. La Effe ha così strappato il pass per la finale playoff dove affronterà Trapani.

La gara è stata combattuta per tutti e 40 minuti e raramente ha visto una delle due squadre riuscire a prendere il largo. Le poche volte in cui è successo gli avversari hanno poi sempre messo a segno il contro break che ha riportato in equilibrio la gara. 

Rieti è riuscita infatti a non subire la pressione del 2 a 0 nella serie e invece è riuscita a sfruttare il fattore campo a suo favore. I padroni di casa si sono affidati a Spanghero autore di tre triple consecutive importantissime a cavallo tra il terzo e quarto quarto, anche a causa di un Jazz Johnson ancora opaco per merito della difesa felsinea. 

 

LA CRONACA

Inizio forte della Fortitudo che dopo 5 minuti si trova avanti per 15 a 9. Sarto attacca sulla linea di fondo e con un arresto e tiro sigla il -4. Le squadre si rispondono colpo su colpo e Spanghero segna il canestro del pareggio a meno di un minuto dal termine del quarto. Dalla lunetta Morgillo riporta avanti la Effe, ma sempre a cronometro fermo Spanghero risponde. Il primo quarto finisce 20 a 19.

Parità firmata da Bolpin, 21 a 21. Sorpasso di Rieti e nuovamente pareggio sul 24 a 24. Break di 4 a 0 della Effe con Freeman e Panni. Continua l’inerzia a favore dei biancoblù e il primo tempo finisce 29 a 33.

Si prosegue anche la rientro degli spogliatoi sulla falsariga della prima frazione, botta e risposta. Bolpin da tre per il vantaggio biancoblù, Aradori non si tira indietro e segna quattro punti consecutivi, 39 a 46. 9 a 2 di parziale per i padroni di casa e nuovamente punteggio in parità, 48 a 48.

Ennesima tripla di Spanghero e Fantinelli da due, 51 a 50. Terza tripla consecutiva di Spanghero che accende il Pala Sojourner. 54 a 54 dopo 3 minuti di gioco. Allungo Effe, 54 a 58. Piccin con un taglio viene pescato da Johnson, 56 a 58. Ancellotti dal mezz’angolo per la parità. Freeman con una giocata rocambolesca trova un floter e il vantaggio per gli ospiti. Finisce 58 a 60.

 

 

QUI le statistiche

 

in foto Aradori, Ogden e Freeman (Fortitudo Bologna)

Alessandro di Bari