BOLOGNA – La Virtus Bologna non fa sconti. Davanti al proprio pubblico, batte Tortona 92 a 63 e conquista gara5 e pass per la semifinale dove affronterà Venezia a partire da venerdì sera.
Si è vista quella Virtus rabbiosa, cattiva e cinica che forse non si era ancora mai vista nelle precedenti quattro partite.
La Segafredo ha messo sin da subito le cose in chiaro e l’ha fatto con i propri senatori, in particolare Shengelia. Per tutta la durata del primo tempo gli uomini di Banchi hanno rifiutato il tiro da tre (tre tentativo e una realizzazione) per giocare in modo corale con eccellenti dentro fuori.
Poi nella ripresa è arrivata anche maggiore pericolosità e continuità anche oltre l’arco.
Tortona dal canto suo non ha saputo fronteggiare la difesa versione Eurolega dei felsinei oltre a non ripetere le prestazioni balistiche delle due partite del PalaFerraris.
Per la Virtus ci sono 22 punti di Shengelia, 15 di Belinelli, 13 di Pajola e 12 di Mickey.
Per Tortona arrivano 11 da Baldasso, 10 da Ross e 10 anche da Weems. 

La cronaca 

La Virtus Bologna con Shengelia in avvio di gara prova a prendere in mano il controllo delle operazioni. La partita è molto fisica e la Virtus raggiunge la doppia cifra di vantaggio sul 21-11. Risultato che muta in 21-14 al termine del primo quarto con la tripla di Baldasso.
Nel secondo quarto Derthona prova a riavvicinarsi con le triple del solito Baldasso, ma la Virtus rifiutando i tiri da tre e prediligendo le soluzioni corali è in controllo della gara: all’intervallo il punteggio dice 46-35.
Al rientro in campo si vede ancora una Virtus concreta e solida. Partendo dalla difesa scava il solco e il canestro in contropiede di Shengelia obbliga De Raffaele al timeout sul 55-41 dopo 3’.
Al 30’ la Segafredo conduce 69-54.
Il quarto periodo è solo per le statistiche. La Virtus controlla le operazioni, incrementa il proprio vantaggio e porta in porto la barca: finisce 92-63. 

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Abass, foto Ciamillo-Castoria