Trento scende in campo oggi per rimanere in vita nella serie dei “quarti di finale” e cercare di arrivare almeno a gare che si giocherebbe eventualmente al Forum tra 48 ore. Non sarà facile di fronte avrà una Milano determinata, che vorrà archiviare in fretta la pratica per poi risparmiare energia in vista dei prossimi turni e dunque per provare a vincere servirà una sfida perfetta come accaduto nel primo atto della serie.

 

GLI ARBITRI

Saverio Lanzarini, Tolga Sahin, Mark Bartoli.

 

DOVE VEDERLA

Domenica 19 maggio alle 18:00, con diretta su Eurosport e Dazn.

 

GLI ASSENTI

Gli assenti saranno ancora i tre che ormai è certo che salteranno l’eventuale continuo dei playoff, ovvero Andrejs Grazulis (uno dei migliori di Trento in stagione), Mattia Udom e Saliou Niang. Si deciderà solo nelle ore precedenti alla partita se sarà del match Davide Alviti, che non è nella miglior condizione come dimostrano anche gli appena 4 minuti in campo durante gara 3.

 

IL MOMENTO

In gara 3 è arrivata una partita sottotono dell’Aquila soprattutto negli ultimi quindici minuti di partita, in questo quarto atto bisognerà cercare di evitare questo calo e giocare una partita continua su entrambe le metà campo per tutti e 40′ come avvenuto nei primi due atti della serie.

 

COSA FUNZIONA

L’attacco trentino, soprattutto la vena realizzativa dietro l’arco dei tre punti, che ha caratterizzato finora la serie, permettendo alla squadra di Galbiati di resistere spesso ai vari tentativi di fuga dell’Olimpia e di far diventare equilibrata una serie che alla vigilia sembrava pendere tutta dalla parte dell’Olimpia.

 

COSA NON FUNZIONA

La difesa dell’area, le cui difficoltà si sono viste soprattutto in gara 3, dove Trento ha pagato la fisicità dell’Olimpia non riuscendo a rispondere con continuità e perdendo nettamente la battaglia sotto le planche e questo è finito per regalare il successo finale a Milano in gara 3.

 

MAGIC MOMENT  

Si sono alternati diversi protagonisti in questa serie, se nel primo atto era stata la gara di Baldwin ed uno straripante Cooke, nel secondo atto era salito in cattedra Hubb. Nella terza in gara invece uno dei pochi a mettersi in luce è stato Matt Mooney, ma che ha ricevuto poco supporto dal resto della squadra in fase offensiva

 

LA PARTITA 

L’attacco sarà la chiave tattica che farà pendere la partita dalla parte di Trento o potrebbe essere la sua condanna, la percentuale da tre punti in particolare sarà a decidere le residue sorti di Trento in questa sfida.

 

IL DUELLO CHIAVE

Sottocanestro si giocheranno le sorti di questa gara 4, con la capacità di recuperare rimbalzi nella difesa di Trento, Milano ha dato la svolta nella gara scorsa.

 

LE DICHIARAZIONI

Non ci sono dichiarazioni pre partita

 

IL GIUDIZIO E IL PRONOSTICO DI BM

Lo spazio che  Milano lascerà alle giocate offensive di Trento sarà inversamente proporzionale alle possibilità di chiudere già oggi la pratica quarti di finale.

 

Valerio Laurenti