BOLOGNA – È la Virtus Bologna a conquistare il derby d’Italia di ritorno. Alla Segafredo Arena le V Nere battono Milano per 84-75. Lo fanno giocando una grande partita di personalità, concreta su tutti i 40’. La Virtus sin dal primo quarto si è costruita un buon vantaggio e addirittura nel secondo periodo è riuscita a toccare il +16. Poi l’Olimpia ha provato a rientrare, ma la versione della Segafredo di questa è concreta e non ha lasciato spazio ai meneghini.
Un successo importante, fondamentale anche soprattutto per la classifica.
Milano – senza Shields – non ha saputo contrastare una Virtus rabbiosa che ha dato tante risposte al post Olympiacos.
Per la Virtus ci sono 17 punti di Belinelli, 16 di Lundberg, 11 di Abass e 11 anche di Shengelia.
Per Milano arrivano invece 24 da Napier, 14 da Napier e 13 da Voigtmann. 

La cronaca 

In avvio di gara è subito la Virtus a prendere il sopravvento. La squadra di Banchi prende il primo margine di vantaggio grazie alle ottime percentuali al tiro da tre. I primi 10’ si chiudono sul 24-19.
Ad inizio secondo quarto la Virtus consolida il proprio vantaggio e lo fa grazie ad un super ispirato Belinelli. La Segafredo tocca il +16 sul 35-19, poi Milano si sistema all’intervallo ci va sotto di 10 sul 47-37.
Al rientro in campo le squadre si battono colpo su colpo. Da una parte sale in cattedra Shengelia, dall’altra Mirotic. Al 30’ la Virtus mantiene il vantaggio in doppia cifra sul 64-54.
Ad inizio quarto periodo l’Olimpia prova una rimonta, ma la Virtus nonostante qualche piccolo momento di sbandamento riesce sempre a mantenere saldo il controllo delle operazioni. A 2’ dalla fine le V Nere sono avanti 79-71.
La Segafredo vince 84-75

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Hackett, foto Ciamillo-Castoria