Tutto pronto per il terzo atto della sfida tra Fortitudo Bologna e Real Sebastiani Rieti. Dopo due gare in un Paladozza sempre più caldo, la serie si sposta al PalaSojourner dove la Flats Service avrà il suo primo match point, con cui si aggiudicherebbe l’accesso alla finale, mentre i padroni di casa l’opportunità di smorzare l’ondata biancoblù. Appuntamento alle 21:00 su LNP Pass.

COSA FUNZIONA

La difesa è ampiamente il punto di forza della Fortitudo, lo è stato tutta la stagione e ora in particolar modo sta decidendo l’andazzo dei playoff. In modo particolare limitare Johnson, l’arma principale di Rieti sta facendo tutta la differenza del mondo.

COSA NON FUNZIONA

Se la difesa è il punto di forza, l’attacco sta soffrendo un po’ di più. Nella serie con Treviglio, fatta eccezione per gara 3, i biancoblù segnavano con una facilità disarmante, correndo il campo e non permettendo neanche agli avversari di schierarsi. Ora invece si trova una Real Sebastiani fisica e intensa che non gli permette di trovare le stesse soluzioni, costringendo Ogden e compagni ad abbassare il ritmo.

IL MAGIC MOMENT

Riccardo Bolpin è stato fino ad ora sicuramente l’uomo chiave delle due partite giocate al Paladozza. La sua produzione offensiva si è limitata agli 8 punti in gara 1, tutti fondamentali però. Cosa più importante invece è stata la sua difesa su Jazz Johnson, unico americano disponibile per Rieti, e talento offensivo fuori categoria.

IL DUELLO CHIAVE

Il duello chiave di gara 3 sarà ancora una volta quello tra il 9 della Effe e il miglior straniero del campionato di serie A2. Da lì passa gran parte dell’attacco della Real Sebastiani e di conseguenza anche gran parte della difesa della Effe.

IL PRONOSTICO DI BM

L’inerzia è a favore della Fortitudo, ma la prima a Rieti potrebbe essere uno scoglio difficile per la formazione di coach Attilio Caja.

 

In foto Bolpin (Ciamillo Castoria)

Alessandro di Bari