Un Paladozza tutto esaurito è testimone del trionfo della Fortitudo nella sfida di cartello contro Trieste. Una gara a lungo combattuta ma in cui i padroni di casa hanno mantenuto il vantaggio per gran parte del tempo. 13esima vittoria stagionale per i biancoblù che mantengono la testa del girone rosso.

Nel primo tempo la Fortitudo ha trovato diversi tiri ad alta percentuale sfruttando i giochi in transizione e la lentezza di Trieste di schierarsi in difesa. Gli ospiti invece hanno tirato un numero spropositato di triple, 19, segnandone solo 6. Nella ripresa la Flats Service è ripartita forte riuscendo a costruirsi un discreto vantaggio, i giuliani si sono tenuti a galla grazie ad una fiammata di Eli Brooks. Nell’ultimo periodo la Effe è costretta a terminare la gara senza coach Caja sulla panchina a causa di un doppio fallo tecnico. Si sono susseguite una serie di triple e dopo frangenti di confusione i padroni di casa hanno ripreso le redini della partita tornano anche in doppia cifra di vantaggio.

Tra i singoli non si può non citare l’ottima prestazione di Pietro Aradori, autore di 27 punti con 10 su 21 dal campo, ma anche quella di Freeman con 19 realizzati e 12 rimbalzi, ma soprattutto di Giordano che, nonostante qualche fallo speso ingenuamente, ha disputato un ottima gara. La mancanza di capitan Fantinelli si è fatta dunque sentire relativamente dato che sia Giordano sia Panni hanno gestito la squadra egregiamente.

LA CRONACA

Ogden apre le danze con un appoggio al vetro, dall’altra parte risponde Candussi dall’angolo, 2 a 3. La Fortitudo spinge fin dai primi frangenti in transizione e trova diversi canestri a distanza ravvicinata. Due brutti tiri di Panni rallentano poi il ritmo, dall’altra parte però Trieste non sfrutta il momento. Due triple di Aradori portano la Effe a +8, 13 a 8. I padroni di casa mantengono la giusta intensità e chiudono i primi 10 minuti 25 a 17.

Gli ospiti partono meglio nel secondo quarto, infilando un parziale di 8 a 1 e tornando a solo un punto di distacco, 26 a 25. Caja è costretto a chiamare un time-out che sveglia i suoi, 11 a 3 di controparziale. Trieste risponde nuovamente e torna a 5 lunghezze di distacco con la tripla di Filloy. La prima frazione termina 43 a 37.

Fiammata da 5 a 0 della Flats Service al rientro dagli spogliatoi. La Effe non si ferma, ma si accende Brooks tra le fila di Trieste che segna 8 punti consecutivi. Vildera spende il suo 4° fallo e gli arbitri lo puniscono con un tecnico per proteste. Il vantaggio dei biancoblù raggiunge il +14 sul 61 a 47. La partita prosegue con una serie di botta e risposta. Dopo 30 minuti il tabellone luminoso recita 71 a 62.

Trieste torna a contatto in avvio di ultimo quarto e con la tripla di Ruzzier si porta a un solo punto di ritardo. Giordano innesca Aradori, prima sotto e poi da oltre l’arco, 76 a 72. Reyes risponde, ma Panni non è da meno, 79 a 75. La Flats Service chiude cinicamente la partita 89 a 75.

 

QUI le statistiche

 

In foto Giordano (Valentino Orsini)

Alessandro di Bari