La Fortitudo Bologna batte l’Urania Milano per 80 a 63. I padroni di casa hanno tirato con il 50% da deu punti e il  36% da tre, mentre gli ospiti con il 38% da due e con il 37% da tre.

 

Fortitudo Bologna
Mark Ogden 7 – Buon impatto, ma non si prende le luci della ribalta che per una sera vanno su altri compagni. 12 e 6 rimbalzi
Deshawn Freeman 6,5 – Solito impatto notevole nel pitturato, ma anche per lui vale lo stesso discorso del connazionale. 9 punti e 5 rimbalzi.
Matteo Fantinelli 6,5 – Sale di colpi nel corso della partita e mette in campo tutto quello che può dare. 9 punti e 6 assist.
Alessandro Panni 8 – Dietro Conti è decisamente il migliore della Fortitudo con una prova ottima da oltre l’arco con 3 su 5 e 14 punti totali.
Riccardo Bolpin 7 – Equilibratore e sottotraccia rimane il cardine fondamentale della squadra. Poi nel momento più importante della partita segna 5 punti fondamentali a cui aggiunge 6 rimbalzi.
Alessandro Morgillo 6,5 – Alterna segnali più che buoni alle solite ingenuità.
Celis Taflaj 6 – Inizia bene poi cala un po’, ma si prende le giuste responsabilità.
Alberto Conti 9 – Sembra finalmente essersi scrollato di dosso quella tensione che l’ha caratterizzato per quasi tutta la stagione. 17 punti con 5 su 8 dal campo.
Luigi Sergio 6 – Una tripla e poco più nei 9 minuti in campo.
Nicola Giordano NE

Urania Milano
Matteo Montano 7,5 – Prova a trascinare i suoi per tutta la partita, ma i suoi sforzi si rivelano vani. 15 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.
Gerald Beverly 5 – Appena 4 punti in 9 minuti in campo.
Ion Lupusor 6,5 – Nel pitturato crea più di qualche grattacapo ai lunghi biancoblù, ma nel secondo tempo cala notevolmente. 12 punti e 6 rimbalzi.
Andrea Amato NE
Aristide Landi 6 – Va a fasi alterne ma riesce comunque a portare 8 punti alla causa, ma 5 palle perse.
Giovanni Severini 5,5 – Come diversi compagni fatica a trovare con continuità il fondo della retina e termina con 2 su 8 dal campo.
Giorgio Piunti 5 – I falli in attacco e le forzature da oltre l’arco hanno contraddistinto la sua gara.
Davide Bonacini 6 – Inizia bene, bucando ripetutamente la difesa biancoblù, ma poi un infortunio lo toglie dalla gara.
Matteo Cavallero 5 – Pesca una pessima gara al tiro con un solo segnato su 6 tentati.
Theo Anchisi SV
Tommaso De Carlo SV

 

 

In foto Conti (Valentino Orsini)

Alessandro di Bari