ROMA – Continua la marcia di Trapani che sconfigge la Luiss Roma sul punteggio di 106-84 al PalaTiziano . Per La squadra di Parente (oggi assente per un problema di gastrointerite) arriva la quinta vittoria consecutiva che la lancia in vetta alla classifica con 9 vittorie all’attivo ed appena una sconfitta.  Trapani gioca una gara a due volti , vola addirittura sul +17 (23-40) nella prima metà di gara poi crolla improvvisamente a metà tra la seconda e terza frazione, venendo anche superata dalla squadra romana, per poi rimettere la freccia (decisivo un parziale di 17-0 nel terzo quarto) e non guardarsi mai indietro. Trapani oggi ha sofferto di notevoli cali di concentrazione all’interno della partita, ma dimostrando quando contava il motivo per cui la squadra è costruita, ovvero l’immediata promozione in serie A. A far la differenza oggi è stato proprio il maggior tasso tecnico nelle fila della squadra siciliana, con questo unito alle maggiori rotazioni di cui potevano godere gli ospiti, ha finito per creare un gap che si è definito incolmabile. Per Trapani arrivano 30 punti di JD Notae e 17 punti di Chris Horton. Esce ancora una volta sconfitta la Luiss Roma, che oggi non poteva contare di Fallucca per un problema alla schiena, anche se questa volta può avere la consapevolezza di aver lottato con tutte le sue forze e di aver ceduto ad un avversario che era nettamente superiore. La squadra romana infatti dopo un avvio faticoso, rialza la testa e d’orgoglio si porta in vantaggio, ma poi nella terza frazione il parziale di 17-0 della squadra siciliana ha definitivamente spento le speranze di successo della squadra di Paccariè. Una squadra che oggi ha patito la maggior fisicità dei lunghi di Trapani, con Horton e Renzi che hanno trovato terreno fertile nel pitturato e soprattutto le accelerazioni diun giocatore come JD Notae, che è stato fondamentale per il successo finale della squadra di Parente. Per la Luiss arrivano 24 punti di Cucci, 16 punti di Miska e 14 punti di Pasqualin.

 

LA CRONACA 

Nel primo quarto a partire meglio è la Luiss Roma, che con una buona intensità difensiva, si porta sull’8-5 dopo tre minuti. Arriva la reazione di Trapani che guidata da Imbrò supera e si porta sul +7 (10-17) a tre minuti dal termine del periodo. La squadra di Parente continua a scappare e chiude la prima frazione sul +14 (14-28). Nel secondo quarto Trapani continua a controllare agilmente la sfida e vola sul +19 (17-36) dopo tre minuti. Arriva una reazione della Luiss Roma, che alza l’intensità difensiva e torna sul -10 (34-44) a tre minuti dall’intervallo. La squadra romana riesce ad accorciare ancora e va all’intervallo sul -5 (45-50). Nel terzo quarto parte forte la Luiss Roma, che piazza un parziale di 10-3 e si porta avanti 57-53 dopo tre minuti. Trapani alza nuovamente l’aggressività in difesa e riesce a superare ed a portarsi sul +7 (57-64) a tre minuti dal termine del periodo. La squadra ospite continua la sua fuga e chiude la terza frazione sul +20 (60-80). Nel quarto periodo Trapani controlla le operazioni ed a sette minuti dalla sirena finale è sul +16 (68-84). La squadra di Parente controlla la sfida e rimane sul +18 (80-98) a tre minuti dal termine. Trapani controlla gli ultimi minuti e vince 84-106.

QUI le statistiche del match

 

 

Nell’immagine Valerio Cucci, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti