La dodicesima giornata del massimo campionato di basket offre come primo anticipo una sfida tra due squadre che in questo momento stanno viaggiando vento in poppa. Stiamo parlando di Reggio Emilia-Brescia che si affronteranno sabato in un PalaBigi vestito a festa. Gli ottimi momenti passati dalle due formazioni fanno presagire che ci sarà del gran basket e noi non vediamo l’ora di poterlo ammirare.

Per citare il buon Gino Paoli, Brescia arriva a questa sfida dopo aver canticchiato tutte le strofe delle canzone Quattro amici. Già, perché se ricordate bene alla fine quell’amico al bar rimane solo, e se la Germani è quel solitario allora il bar si chiama “Testa della classifica”. Perdonate tutto questo casino, potevo evitarlo ma questa leggera influenza mi ha traviato. Comunque, in questa prima fase del torneo la Germani ha condotto le danze prima con altre 3 squadre, poi con 2 ed ora in solitaria. Meglio di così. La roboante vittoria su Sassari, la seconda consecutiva in casa con +40 di scarto, oltre ad aver straguzzato gli occhi degli addetti ai lavori, ha messo sul piedistallo principale tutto il lavoro svolto dal team fino a questo momento. Brescia è una squadra che lotta, difende col coltello tra i denti, corre, trova mille soluzione per segnare ma soprattutto vince e convince. La concentrazione del collettivo è a pieno regime e le prossime giornate di campionato sono dei test in scala Richter per testare la vera forza. Infatti si passerà da Reggio Emilia a Venezia, per chiudere l’anno davanti al pubblico amico contro la scudettata Milano.

Le note positive sono, come detto, che tutto il collettivo sta remando in funzione di un unico obbiettivo e che in questo momento ci si può permettere di avere con costanza (2 volte nelle ultime tre uscite) addirittura 6 uomini in doppia cifra. Oltre a tutto ciò in queste ultime settimane Brescia si è presa il primato nelle categorie: punti segnati (89,8),  palle recuperate (9), minor numero di palle perse (9,8). Ma non è finita perché è seconda come percentuale nel tiro da due (56,4%), terza per numero di rimbalzi (37) e quarta per assist fatti (19) e percentuale ai liberi (78,6).

Attenzione però perché l’avversario di questo sabato, Reggio Emilia, è solido e con delle buonissime basi a partire dal coach, quel Dimitris Priftis, che non è certo l’ultimo arrivato. L’Unahotels arriva a questa sfida casalinga dopo aver battuto Pesaro con un secco 101-68, ma soprattutto Napoli a domicilio per 87-89. Una formazione che fa della solidità e delle rapide ripartenze le caratteristiche principali grazie a giocatori come Galloway (giocatore dal +20 facile nella casella punti segnati) e l’ex Virtus Hervey (16,5 punti e 5,4 rimbalzi fino a questo momento). Oltre a questi due, Priftis può contare su un solido gruppo che sta lavorando con notevole acume come dimostra appunto la classifica che li vede al quinto posto in compagnia di Napoli a quota 14, dietro al terzetto inseguitore di Brescia formato da Trento, Bologna e Venezia a 16. I tre vecchi amici del bar di cui sopra.

I duelli incrociati di questa partita saranno Galloway-Della Valle per quanto riguarda le point guard, Hervey (supportato da Faye) contro Bilan sotto canestro e Weber-Christon in cabina di regia.

Il pronostico di BM vede l’imbarcazione bresciana nettamente avanti come lo sono gli scontri diretti giocati fin qui nella storia (15-7). Per quanto riguarda le dispute svoltesi nella cittadina emiliana i padroni di casa sono in vantaggio per 6-5. L’ultimo successo della Germani in quel di Reggio risale alla scorsa stagione quando la sfida del 23 aprile terminò col punteggio di 69-74 grazie ad un sontuoso ADV autore di 23 punti, 4 rimbalzi e 7 assist. L’ultima affermazione casalinga di Reggio risale al 21 novembre 2021, in quell’occasione l’incontro terminò col punteggio di 80-61.

La palla a due verrà alzata alle ore 19:30 al PalaBigi e l’incontro sarà visibile come sempre sulla piattaforma DAZN

in foto Amedeo Della-Valle (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi