Doppio scontro cruciale per la Reyer che riceve tra le mura amiche Trieste in LBA e Cluj in Eurocup per – rispettivamente – la prima e la terza giornata di girone di ritorno. Doppio ko per gli oro-granata nell’ultimo turno: la sconfitta di Bologna è maturata all’ultimo possesso con la tripla di Teodosic a punire – forse oltremodo – una partita molto ben giocata; a Bourg un ultimo quarto difensivamente tenero è costato tanto a Bramos e compagni, che hanno probabilmente accusato la stanchezza del match di campionato. Adesso però bisogna voltare pagina e cercare un doppio successo che sarebbe davvero importante per dare un altro segnale di crescita e per riscattare due sconfitte diverse ma non negative nell’interezza. Contro i bianco-rossi di Legovich si ripropone un altro derby, stavolta del Triveneto: all’andata si imposero agevolmente i lagunari per 95-78, ma da allora la compagine triestina è cresciuta notevolmente.

COSA VA E COSA NON VA

Contro la Virtus di Scariolo è mancato solo l’ultimo guizzo in una partita strutturata e solida giocata dagli oro-granata: la tripla di Teodosic – molto ben difesa – è stata l’unica vera differenza, con la Reyer che non ha gestito bene l’ultimo possesso. Nella sfida di LBA si è probabilmente sofferto troppo a rimbalzo offensivo, con i bianco-neri abili a sfruttare in maniera importante la stazza dei lunghi e degli esterni, sicuramente superiore a quella di Watt e compagni. Altra chiave è sicuramente stata la difficoltà di Spissu ad entrare in partita, con il play sardo che ha sofferto molto difensivamente la fisicità di Hackett commettendo 3 falli in 4′ di primo quarto. Difficoltà lagunare che troviamo anche soprattutto nella concretezza vicino al ferro, con un pessimo 3/14 da 2 che ha di certo indirizzato il primo tempo, seppur chiuso solo a 5 punti di distacco. Contro Bourg è mancata l’energia per reggere gli 1 vs 1 di Floyd e Palmer, abilissimi a mettere a ferro e fuoco la difesa veneziana con attacchi al ferro importanti e costanti. Il 74% da due dei francesi è immagine della scarsa energia avuta da Venezia in questo particolare, con Bourg che ha poi dominato a rimbalzo con un 39-23 che non ammette repliche. Sembra tornato – purtroppo – in difficoltà quel Freeman che con Verona ed Ulm aveva mostrato buoni segnali di ripresa: le fortuna lagunari passano anche dalle mani dell’esterno americano. Ciò che di positivo si vede è la crescita di condizione di Parks, Bramos ed un Granger che sta trovando buona costanza di prestazioni, mentre Watt e Tessitori si sono “dati il cambio” tra Bologna e Bourg: il centro azzurro è andato in difficoltà a Bologna, mentre quello americano ha giocato una partita molto negativa in Francia. Importante sarà ritrovare energia da tutti gli uomini a disposizione e mettere grande presenza negli 1 vs 1.

I TEMI, LE CHIAVI E L’INFERMERIA

Tema chiave sarà sicuramente la difesa negli 1 vs 1 da parte oro-granata contro Gaines e Bartley, due degli uomini più pericolosi in forza alla Trieste di Legovich. La presenza fisica e l’atletismo di Spencer sarà da contenere con grande attenzione con un lavoro solido ed importante di squadra: in tal senso ci si aspetta una reazione importante da parte di quel Watt che è reduce da una serata disastrosa in Eurocup. La regia di Spissu, De Nicolao e – se rientra in tempo – Granger sarà fondamentale per costruire tiri puliti, piedi per terra e ad alta percentuale. La qualità offensiva, l’atletismo ed il momento eccellente di Willis sarà un’altra “onda” da cavalcare per avere la meglio di una Trieste in ottima forma. In tal senso sarà necessario anestetizzare l’attacco triestino, fatto di vampate importanti e di ritmi alti: qualora Venezia dovesse riuscire ad abbassare i ritmi del match con una difesa rocciosa, poi avrebbe maggiori chance di alzare lei il ritmo con transizioni offensive che aiutano di sicuro giocatori come Willis, Spissu e Parks. Per quel che riguarda l’infermeria, sarà da valutare lo status di Jeff Brooks: l’ala ex Milano è in recupero da un problema muscolare ed ha ripreso ad allenarsi, l’impiego potrebbe essere game time decision. Da capire la situazione legata a Granger: il play uruguagio è volato in Spagna per motivi familiari e non è certo il suo rientro in tempo per la sfida di campionato. Dunque, unici dubbi legati ad un Brooks comunque in recupero e ad un Granger per questioni familiari. La sfida di campionato sarà visibile su Eleven Sports con palla a due alle 17.00. Arbitri del match del Taliercio: Saverio Lanzarini, Denis Quarta e Silvia Marziali.

Daniele Morbio

Foto Ciamillo-Castoria (