Domenica 3 marzo alle ore 18.00 al PalaMangano di Scafati andrà in scena la sfida tra Givova Scafati e Reyer Venezia, ritorno in campo dei campani dopo tre settimane. La partita sarà visibile su DAZN.

IL MOMENTO
L’ultima sconfitta prima della pausa, rimediata contro la Virtus Bologna, poteva starci, Scafati ha provato per metà gara a stare in partita ma poi è uscita fuori la superiorità del roster di Bologna, soprattutto della panchina. Questo risultato, però, non cancella l’ottimo momento della squadra che è in piena corsa playoff e vicina a una salvezza molto anticipata.

COSA FUNZIONA
L’attacco continua ad essere l’arma migliore di Scafati che è al quinto posto in campionato per punti a partita fatti, importante dimostrare la forza offensiva della squadra contro una squadra forte difensivamente come Venezia.

COSA NON FUNZIONA
Se l’attacco è uno dei migliori, la difesa è la peggiore del campionato, ultimo posto per punti subiti a partita, contro la Reyer bisognerà fare il più possibile per limitare le penetrazioni e gli attacchi dei lagunari, altrimenti sarà difficile rimanere in partita.

MAGIC MOMENT
Gerald Robinson, dopo un inizio di stagione tutt’altro che semplice, ha saputo riprendersi e nelle ultime tre partite è stato uno dei migliori di Scafati con una media di 15,6 punti a partita, mantenendosi sempre sopra la doppia cifra, e guidando la squadra nei momenti di difficoltà e non. Interessante sarà scoprire se con la pausa avrà ancora più energie per fare bene.

LA PARTITA
Da una parte uno dei migliori attacchi del campionato, dall’altra una delle migliori difese, Scafati e Venezia sono due squadre che hanno il loro punto di forza in metà opposte del campo, i campani in fase offensiva, i veneti in quella difensiva. La Reyer cercherà subito di dare uno strappo al match e sarà fondamentale limitare Scafati da tre, i campani invece dovranno cercare di difendere al meglio, limitando i giocatori più forti in penetrazione e poi dimostrare tutta la propria forza in attacco.

IL DUELLO CHIAVE
Difficile trovarne uno in particolare, Tucker e Blakes potrebbero affrontarsi a suon di penetrazioni, ma il duello più interessante di questa sfida credo che sarà quello a rimbalzo tra Gamble e Kabengele, centri da 208 cm ciascuno e una fisicità incredibile, dai loro rimbalzi dipenderanno, molto probabilmente, le sorti del match e gli extra-possessi saranno fondamentali in una partita punto a punto.

IL GIUDIZIO E IL PRONOSTICO DI BM
Scafati in casa è una delle migliori del campionato, solo tre sconfitte, di cui l’ultima risale al 3 dicembre contro la capolista Brescia. Venezia ha voglia di rifarsi dopo una Coppa Italia che ha lasciato dell’amaro in bocca e farlo in un campo e in un ambiente così difficile come quello scafatese sarebbe un ottimo rilancio. I campani, però, non hanno nessuna intenzione di concludere la striscia di imbattibilità tra le mura amiche e, con l’aiuto del pubblico, proveranno a fare la voce grossa anche avendo un roster limitato, soprattutto dopo l’addio di Strelnieks, e inferiore a quello di Venezia. La Reyer ha il favore del pronostico ma vincere a Scafati non è mai facile.

ROSTER SCAFATI
ROSTER VENEZIA

Foto di Ciamillo Castoria