Sfida senza storia al PalaSerradimigni la Dinamo Sassari annichilisce Pistoia sul punteggio di 107-69. La squadra di Piero Bucchi trova dunque altri due punti fondamentali in chiave salvezza, dando seguito all’ottimo successo su Pesaro dello scorso turno e salendo a quota 14 punti in classifica. Ampiamente ribaltata la differenza canestri, una sfida dominata sin dalla palla a due dalla Dinamo, che ferita dal ko di BCL contro Cholet, ha mostrato la sua miglior versione di se stessa, conducendo ed imponendo il suo ritmo nella sfida sin dai primi minuti. Una partita che ha avuto un unico padrone, con la squadra di Piero Bucchi che era già sul +20 (32-12) ad inizio della prima frazione ed ha raggiunto addirittura il +40 (71-31) ad inizio terzo quarto. Una Dinamo scintillante quella vista nella gara odierna, efficiente in fase offensiva dove ha sbagliato pochissimo e solidissima in fase difensiva, basti pensare che è stata tenuta ad appena 12 punti nel primo quarto la squadra di Brienza e solamente 28 in tutta la prima metà di gara. Questa è dunque la strada da cui dovrà ripartire la squadra di Piero Bucchi, sia per la delicata gara 3 dei play-in di BCL in programma mercoledì contro Cholet sia per le prossime sfide di campionato per sognare una rimonta playoff ed allontanare definitivamente l’incubo retrocessione. Per Sassari arrivano 21 punti di Mckinnie, 16 di Jefferson e 15 di Tyree. Dall’altra parte una giornata da dimenticare in fretta per Pistoia, che arrivava alla gara senza Jordon Varnado. La squadra di Brienza forse sazia ed arrivata alla sfida con troppa leggerezza dopo un grandissimo traguardo come la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia ottenuto nello scorso turno contro Cremona. Mai in partita la la squadra di Brienza e mai capace di provare a rientrarci o di abbozzare una reazione. Con i suoi leader (Charlie Moore e Payton Willis) totalmente annullati dal campo, la squadra toscana ha perso le sue certezze e non è mai stata in grado di opporre alcun tipo di resistenza, finendo così già ko ben prima della sirena finale. Per Pistoia 16 punti di Hawkins e 14 di Willis

LA CRONACA 

Nel primo quarto a partire meglio è Sassari, che con un’alta intensità difensiva si porta sul 6-3 dopo tre minuti. La Dinamo rimane saldamente in controllo della sfida ed a tre minuti dal termine della gara è avanti 21-9. La squadra di Piero Bucchi continua a dominare la gara e chiude la prima frazione in vantaggio 32-12. Nel secondo quarto l’andamento della gara non cambia e dopo tre minuti Sassari sul +28 (42-14). La sfida continua ad essere senza storia ed a tre minuti dall’intervallo la Dinamo è avanti 55-19. La squadra di Piero Bucchi arriva all’intervallo sul +34 (62-28). Nel terzo quarto l’andamento della sfida non cambia e dopo tre minuti la Dinamo è sul +40 (71-31). Sassari controlla gli ultimi minuti della sfida e vince 107-69.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Brandon Jefferson, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti