Tre le partite disputate nella giornata di domenica con le vittorie esterne di Ragusa e Campobasso, unica vittoria casalinga quella ottenuta da Sesto San Giovanni.

La Passalacqua Ragusa espugna il parquet della E-Work Faenza rimontando nel secondo tempo. Dopo un avvio equilibrato nella prima metà del quarto iniziale caratterizzato da numerosi tiri a cronometro fermo, le padrone di casa firmano un parziale di 8-0 con Spinelli (8 punti), Cvijanovic (9 punti e 5 rimbalzi) e Dixon (14 punti e 9 rimbalzi); Jakubcova prova a ricucire lo strappo, ma Peresson (8 punti) chiude i primi 10′ con la tripla del 24-13. È proprio la numero 7 di Faenza a dare vita ad un altro parziale questa volta con i nomi di Brossmann e Tagliamento (21 punti con 5/7 da tre) per il massimo vantaggio E-Work sul 32-13; i canestri di Milazzo e Thomas (17 punti e 8 rimbalzi) sembrano dare speranza alle siciliane, ma il trio Peresson-Spinelli-Tagliamento fiuta il pericolo e tiene a bada le avversarie prima che la stessa Thomas riesca a rendere meno pesante il passivo, segnando i canestri del 40-28 di fine primo tempo. Nella seconda frazione, la Passalacqua entra sul parquet con tutt’altro piglio, così nei primi cinque minuti e mezzo scrive un parziale di 4-13 dalle mani di Miccoli (7 punti e 4 recuperi), Juskaite (11 punti), Chidom (11 punti, 11 rimbalzi e 2 stoppate) e Spreafico (13 punti); la tripla di Tagliamento respinge al mittente il tentativo di rimonta, ma è ancora la numero 3 di Ragusa ad incrementare il proprio fatturato trovando il -1 e ispirando successivamente il tandem Thomas-Chidom a mettere la freccia del sorpasso, nel finale Tagliamento segna il canestro del 49-51 alla mezz’ora di gioco. Il parziale di 0-6 trovato con i liberi di Thomas e la tripla di Juskaite porta a +8 le ospiti, le quali forti del vantaggio gestiscono il ritmo del gioco; l’ultimo arrembaggio di Faenza le porta sul -2 grazie ad un parziale di 10-4 con protagoniste le già citate Tagliamento, Spinelli, Cvijanovic e Dixon, ma Thomas è abile a trovare il jumper del 59-63. La tripla di Tagliamento riporta a -1 la E-Work, Chidom segna il canestro del +3, Cvijanovic accorcia nuovamente, ma sono i liberi della numero 22 ragusana a chiudere le ostilità sul 64-66 finale.

L’Allianz Geas Sesto San Giovanni resta imbattuta in campionato nel 2024 superando anche la Oxygen Roma Basket. Partono meglio le ospiti nei primi 120” di gara, ma le padrone di casa infliggono rapidamente un parziale di 8-0 con protagonista principale Trucco; il trio Kalu-Sventoraite-Dongue ribalta il punteggio in favore delle capitoline prima del botta e risposta da dietro l’arco tra Kalu (14 punti, 7 rimbalzi, 5 assist e 2 recuperi) e Dotto (10 punti e 8 assist), infine il gioco da tre punti di Moore (24 punti e 10 rimbalzi) scrive il 22-19 a fine primo quarto. Sesto San Giovanni preme sull’acceleratore con la stessa numero 2, la quale insieme a Panzera (8 punti, 5 rimbalzi e 3 recuperi) e Begic (10 punti e 7 rimbalzi) scrive il parziale di 12-0 che fa fuggire la sua squadra; i tiri a cronometro fermo risollevano le speranze della Oxygen Roma che si affida a Dongue (23 punti, 6 rimbalzi e 2 recuperi), Kalu e ai canestri di Bongiorno e Romeo (12 punti, 6 rimbalzi e 6 assist) per chiudere il primo tempo sotto 36-31. Il canestro della numero 6 ospite in apertura di terzo quarto aiuta le capitoline a portarsi sul -3, tuttavia arriva un altro importante parziale di 9-0 per le lombarde con il solito tandem Panzera-Moore; in una gara che vive di break e controbreak, la squadra di coach Di Meglio ne infligge uno di 0-13 grazie alle scorribande di Natali e alle triple in rapida successione di Romeo e Dongue, ma Gwathmey (8 punti e 5 rimbalzi) riporta avanti la Geas, così Dotto da dietro l’arco e Moore in appoggio dicono 52-48 alla mezz’ora. Le padrone di casa controllano il ritmo riuscendo a lucrare ulteriori punti in situazione estemporanee di gioco, le ospiti provano a ricucire lo strappo creatosi, però Begic e Moore siglano il +9 a 3” dalla fine; Romeo da tre punti dà vita ad un nuovo parziale di 1-7 in favore di Roma, ma il tempo sul cronometro scorre e con i due liberi realizzati da Gwathmey, l’Allianz Geas si impone con il punteggio finale di 66-61.

La Molisana Magnolia Campobasso travolge la Repower Sanga Milano al Bocconi Sport Center. Il botta e risposta tra le due rivali dura per tutta la prima metà del quarto iniziale con Tulonen (22 punti e 5 rimbalzi) abile a tenera testa al quintetto ospite; successivamente arriva il parziale di 0-12 con Kunaiyi-Akpanah (14 punti e 9 rimbalzi), Mistinova (21 punti con 5/7 da tre) e Dedic (10 punti) che lancia le molisane sul +13 prima che le lombarde trovino la forza di ricucire lo strappo sul 14-23 con Toffali (11 punti) e la nuova arrivata Urbaniak Dornstauder (12 punti e 9 rimbalzi). Forte del vantaggio cospicuo, Campobasso inizia già ad abbassare il ritmo di gioco rispondendo colpo su colpo alle iniziative delle padrone di casa, poi Morrison e Kacerik vengono incalzate a scrivere il massimo vantaggio per La Magnolia; successivamente Turmel (8 punti) si prende sulle spalle la squadra per accorciare il divario, ma la tripla di Dedic rispedisce tutto indietro al mittente, così come l’appoggio di Quinonez Mina (15 punti). La numero 22 della Repower Sanga tenta un nuovo assalto al canestro avversario ed infatti con i suoi ingressi in area riesce a chiudere la prima frazione sul 32-42. Nel secondo tempo è nuovamente Turmel a rispondere ai canestri di Campobasso, poi la coppia Toffali-Urbaniak Dornstauder registra un break di 5-0 che vale il -9 sul tabellone, ma il parziale ospite non si fa attendere e arriva con Dedic, Trimboli (6 punti, 9 assist, 7 rimbalzi e 6 recuperi) e Quinonez Mina per il +17; le molisane provano ad infliggere il colpo del k.o. con Kunaiyi-Akpanah, tuttavia Tulonen tiene ancora in partita le sue compagne chiudendo sul 48-62 la mezz’ora di gioco. La Molisana nel quarto periodo decide di andare per la giugulare: Quinonez Mina e Mistinova griffano il parziale di 0-10 che chiude definitivamente i conti; nonostante Tulonen e Penz (8 punti, 6 rimnalzi e 3 recuperi) provino con le ultime energie a rendere il passivo meno pesante, il divario nel punteggio è troppo ampio per essere colmato, così la partita si chiude con la tripla di Bocchetti che vale il 63-82 finale.

A1 Femminile
7^ Giornata di Ritorno
RISULTATI:

09/03/2024
RMB Brixia Basket – O.ME.P.S. Battipaglia 78 – 69

10/03/2024
E-Work Faenza – Passalacqua Ragusa 64 – 66
Allianz Geas Sesto San Giovanni – Oxygen Roma Basket 66 – 61
Repower Sanga Milano – La Molisana Magnolia Campobasso 63 – 82

11/03/2024
Virtus Segafredo Bologna – Famila Wuber Schio

10/04/2024
Umana Reyer Venezia – Alama San Martino di Lupari

Riposa: Dinamo Banco di Sardegna Sassari

CLASSIFICA:
Umana Reyer Venezia* 34, Virtus Segafredo Bologna* 30, Allianz Geas Sesto San Giovanni 28, Famila Wuber Schio*** 26, La Molisana Magnolia Campobasso* 24, Passalacqua Ragusa* 22, Alama San Martino di Lupari** 18, RMB Brixia Basket* 14, Oxygen Roma Basket** 12, Dinamo Banco di Sardegna Sassari* 12, E-Work Faenza 8, Repower Sanga Milano 4, O.ME.P.S. Battipaglia 2
*una partita in meno
**due partite in meno
***tre partite in meno

RMB Brixia Basket – O.ME.P.S. Battipaglia 78 – 69 (23-21, 43-41, 57-54, 78-69)
RMB BRIXIA BASKET: Landi 1 (0/3, 0/1), Zanardi* 17 (4/7, 1/1), Tomasoni R. 2 (1/1 da 2), Pinardi NE, Louka* 18 (5/14, 1/3), Scalvini NE, Boothe 3 (0/1, 1/1), Garrick* 22 (3/5, 4/10), Skoric* 4 (2/5, 0/3), Tassinari* 11 (1/4, 2/6)
Allenatore: Cesaro S.
Tiri da 2: 16/40 – Tiri da 3: 9/25 – Tiri Liberi: 19/23 – Rimbalzi: 45 15+30 (Garrick 13) – Assist: 15 (Landi 5) – Palle Recuperate: 3 (Zanardi 2) – Palle Perse: 11 (Garrick 3)
O.ME.P.S. BATTIPAGLIA: Seka* 7 (3/5, 0/2), Potolicchio 10 (2/5, 2/7), Policari 14 (4/6 da 3), Chiapperino NE, Catarozzo NE, Yurkevichus* 4 (1/7 da 2), Chiovato F. NE, Johnson* 12 (4/9, 1/1), Domenger* 8 (3/5, 0/3), Ferrari Calabro* 14 (3/7, 2/10)
Allenatore: Conte M.
Tiri da 2: 16/38 – Tiri da 3: 9/29 – Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 40 13+27 (Yurkevichus 16) – Assist: 14 (Domenger 6) – Palle Recuperate: 5 (Seka 2) – Palle Perse: 12 (Ferrari Calabro 4) – Cinque Falli: Policari
Arbitri: Bartoli E., Spessot M., Rodia P.

E-Work Faenza – Passalacqua Ragusa 64 – 66 (24-13, 40-28, 49-51, 64-66)
E-WORK FAENZA: Franceschelli, Ciuffoli C. NE, Niemojewska*, Cvijanovic* 9 (3/6, 1/5), Tagliamento* 21 (3/4, 5/7), Peresson 8 (1/3, 2/5), Gori NE, Spinelli 8 (2/4, 0/2), Grande NE, Dixon* 14 (5/9 da 2), Brossmann* 4 (1/6, 0/2)
Allenatore: Seletti P.
Tiri da 2: 15/35 – Tiri da 3: 8/23 – Tiri Liberi: 10/10 – Rimbalzi: 33 9+24 (Dixon 9) – Assist: 14 (Niemojewska 3) – Palle Recuperate: 7 (Spinelli 2) – Palle Perse: 17 (Tagliamento 4)
PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 17 (4/10, 2/4), Spreafico* 13 (3/4, 2/7), Di Fine NE, Milazzo 2 (1/1 da 2), Jakubcova 5 (1/1, 1/5), Pastrello, Juskaite* 11 (3/6, 1/3), Miccoli* 7 (1/4, 1/3), Chidom* 11 (4/10 da 2), Nikolic
Allenatore: Lardo L.
Tiri da 2: 17/37 – Tiri da 3: 7/22 – Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 38 12+26 (Chidom 11) – Assist: 14 (Thomas 4) – Palle Recuperate: 9 (Miccoli 4) – Palle Perse: 17 (Chidom 7)
Arbitri: Cassina F., Lupelli L., Frosolini I.

Allianz Geas Sesto San Giovanni – Oxygen Roma Basket 66 – 61 (22-19, 36-31, 52-48, 66-61)
ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Dotto C. 10 (0/1, 3/6), Moore* 24 (11/15, 0/2), Conti*, Begic 10 (5/8, 0/2), Arturi NE, Bestagno, Tava, Trucco* 6 (1/3, 1/3), Panzera* 8 (1/6, 2/3), De Lise NE, Gwathmey* 8 (2/9 da 2)
Allenatore: Zanotti C.
Tiri da 2: 20/46 – Tiri da 3: 6/18 – Tiri Liberi: 8/10 – Rimbalzi: 38 14+24 (Moore 10) – Assist: 20 (Dotto C. 8) – Palle Recuperate: 7 (Panzera 3) – Palle Perse: 12 (Moore 3)
OXYGEN ROMA BASKET: Mbaye NE, Romeo* 12 (0/4, 4/6), Dongue* 23 (9/11, 1/1), Cupido NE, Natali* 5 (1/6, 1/9), Bongiorno 1 (0/0, 0/0), Scarsi, Czukor NE, Sventoraite* 6 (1/4, 0/1), Kalu* 14 (1/2, 1/2)
Allenatore: Di Meglio V.
Tiri da 2: 12/29 – Tiri da 3: 7/19 – Tiri Liberi: 16/19 – Rimbalzi: 29 4+25 (Kalu 7) – Assist: 15 (Romeo 6) – Palle Recuperate: 7 (Dongue 2) – Palle Perse: 16 (Romeo 5)
Arbitri: Vita M., Tallon U., Lanciotti V.

Repower Sanga Milano – La Molisana Magnolia Campobasso 63 – 82 (14-23, 32-42, 48-62, 63-82)
REPOWER SANGA MILANO: Toffali* 11 (4/7, 1/3), Cannolicchio NE, Guarneri 2 (1/3 da 2), Beretta*, Vintsilaiou*, Penz 8 (1/3, 2/7), Turmel* 8 (3/6 da 2), Bonomi, Urbaniak Dornstauder 12 (5/8, 0/1), Tulonen* 22 (8/14, 1/3), Madonna, Finessi NE
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 22/46 – Tiri da 3: 4/19 – Tiri Liberi: 7/8 – Rimbalzi: 36 12+24 (Urbaniak Dornstauder 9) – Assist: 16 (Vintsilaiou 5) – Palle Recuperate: 6 (Penz 3) – Palle Perse: 16 (Toffali 4)
LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO: Kunaiyi-Akpanah* 14 (6/7 da 2), Narviciute, Kacerik 7 (1/1, 1/3), Trimboli* 6 (3/6, 0/1), Giacchetti 2 (1/1, 0/1), Quinonez Mina 15 (5/7, 1/4), Dedic* 10 (2/4, 2/4), Srot, Morrison* 4 (1/2, 0/1), Bocchetti 3 (0/1, 1/1), Mistinova* 21 (3/9, 5/7)
Allenatore: Sabatelli D.
Tiri da 2: 22/39 – Tiri da 3: 10/23 – Tiri Liberi: 8/8 – Rimbalzi: 33 6+27 (Kunaiyi-Akpanah 9) – Assist: 21 (Trimboli 9) – Palle Recuperate: 10 (Trimboli 6) – Palle Perse: 14 (Mistinova 5)
Arbitri: Boscolo E., Giunta A., Castellaneta A.

CLASSIFICA MARCATRICI:
Moore T. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 311 (17,3)
Chidom O. (Passalacqua Ragusa) 309 (17,2)
Garrick M. (RMB Brixia Basket) 294 (16,3)
Johnson C. (O.ME.P.S. Battipaglia) 281 (14,8)
Gwathmey J. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 273 (14,4)
Raca I. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 256 (16)
Dixon L. (E-Work Faenza) 255 (13,4)
Tagliamento M. (E-Work Faenza) 244 (14,4)
Zanardi C. (RMB Brixia Basket) 243 (13,5)
Kostowicz S. (Alama San Martino di Lupari) 234 (15,6)
Turcinovic L. (Alama San Martino di Lupari) 229 (14,3)
Dedic N. (La Molisana Magnolia Campobasso) 229 (12,7)
Ferrari Calabro P. (O.ME.P.S. Battipaglia) 225 (12,5)
Juskaite L. (Passalacqua Ragusa) 224 (12,4)
Dongue L. (Oxygen Roma Basket) 219 (14,6)
Hollingshed M. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 218 (12,8)
Louka V. (RMB Brixia Basket) 217 (12,1)
Tulonen H. (Repower Sanga Milano) 217 (11,4)
Cvijanovic T. (E-Work Faenza) 207 (10,9)
Kunaiyi-Akpanah P. (La Molisana Magnolia Campobasso) 204 (11,3)

Fonte: legabasketfemminile.it