Nella notte NBA i Warriors battono i Bucks trascinati da uno Stephen Curry da 36 punti. Non bastano a Miami i 38 di Jimmy Butler. Lavine e Derozan guidano i Bulls alla vittoria sui Rockets segnando 63 punti in due. Fontecchio e i suoi Jazz battono a Charlotte gli Hornets. I Grizzlies hanno la meglio nella gara senza stelle tra Memphis e Dallas.Ecco quanto accaduto nelle sfide. 

 

CHARLOTTE HORNETS-UTAH JAZZ 111-119

Gli Utah Jazz battono in scioltezza gli Charlotte Hornets e siglano la seconda vittoria consecutiva grazie ad una prestazione monstre di Horton-Tucker, autore di 37 punti e 10 assist. Partita sottotono invece per Lauri Markkanen che tira 3/22 dal campo ma fa registrare comunque 13 punti. Con la vittoria allo Spectrum Center la franchigia di Salt Lake city riaggancia la zona play-in. Spazio anche per Simone Fontecchio tra le fila dei Jazz che, uscendo dalla panchina, segna 9 punti e 4 rimbalzi in 14 minuti di utilizzo. Per Charlotte sono inutili i 24 di Kelly Oubre Jr. e i 22 di Terry Rozier. 

 

ORLANDO MAGIC-MIAMI HEAT 126-114 OT  

Non bastano i tempi regolamentari ad Orlando per battere gli Heat nel derby della Florida. I Magic non sfruttano il vantaggio di 15 lunghezze nel quarto quarto e Miami; grazie ad uno strepitoso Jimmy Butler, autore anche della tripla allo scadere, manda la partita all’overtime. Il supplementare è poi a senso unico e il tabellone recita 18-6 di parziale. I migliori in campo per Orlando sono Wendell Carter Jr., 27 punti e 11 rimbalzi, e Paolo Banchero che sfiora la tripla doppia con 17 punti, 10 rimbalzi e 9 assist. Sponda Heat invece le prestazioni migliori sono quelle del già citato Butler, che chiude il match con 38 punti a referto, e di Adebayo, 14 punti e 7 rimbalzi.

 

PHOENIX SUNS-SACRAMENTO KINGS 119-128

Vittoria dei Sacramento Kings che superano al Footprint Center dei Phoenix Suns ancora senza Kevin Durant. Per la franchigia della California si conferma il terzo posto a Ovest e con il trionfo della notte aumenta il distacco proprio su Paul e compagni. Tra le fila dei Kings nessun protagonista in particolare, il massimo sono i 18 di Fox e i 17 di Sabonis, ma sette giocatori, sui nove a referto, in doppia cifra di punti. Non bastano invece a Phoenix le buone prestazioni di Booker, 28 punti, e Ayton, 22 punti.

 

GOLDEN STATE WARRIORS-MILWAUKEE BUCKS 125-116 OT

Altro overtime nella notte NBA. Questa volta a scontrarsi sono i Bucks; privi ancora di Giannis Antetokounmpo, out per un problema alla mano; e i Warriors che invece hanno a disposizione la loro stella. Curry infatti è il protagonista principale della sfida e trascinatore dei Golden State. Il nativo di Akron segna la tripla del pareggio a 19 secondi dalla fine dei tempi regolamentari e piazza la stoppata su Holiday che porta la partita all’overtime. A fine match i punti sono 36, di cui 22 segnati tra il quarto quarto e il supplementare. Di contorno i 22 di Thompson e i 20 di Divincenzo.

 

LE ALTRE GARE:

 

MEMPHIS GRIZZLIES-DALLAS MAVERICKS 112-108

NEW ORLEANS PELICANS-OKLAHOMA CITY THUNDER 96-110

HOUSTON ROCKETS-CHICAGO BULLS 111-119

ATLANTA HAWKS-BOSTON CELTICS 125-134

DETROIT PISTONS-INDIANA PACERS 115-121

 

 

Alessandro di Bari