Dopo il ko nel derby con i Lakers, i Clippers dominano contro Phoenix. Boston, priva di Jayson Tatum, perde a Indiana nel finale controverso che lancia i Pacers. Milwaukee cade in casa contro Utah, Chicago e Oklahoma City vincono a Charlotte e Washington e Miami batte Houston.

Tutti i risultati e le classifiche dopo le gare della notte NBA.

Charlotte Hornets – Chicago Bulls 112-119 dts

Ci vuole un supplementare a Chicago per passare a Charlotte, che cede nonostante un’altra grande serata da parte di Terry Rozier (39 punti con 7/13 da 3 e 8 assist) . Chicago è guidata dai 27 punti di Coby White e domina nel pitturato (62-42) grazie alle doppie doppie di Andre Drummond (21 punti e 15 rimbalzi) e Nikola Vucevic (21 e 10). Gli Hornets hanno anche 24 punti e 8 rimbalzi da Miles Bridges ma si arrendono al supplementare.

Indiana Pacers – Boston Celtics 133-131

I Celtics senza Jayson Tatum, a riposo per un problema alla caviglia sinistra, i Pacers perdono Haliburton nel 2° quarto e a decidere la sfida sono i liberi finali di Benendict Mathurin, migliore dei suoi con 26 punti uscendo dalla panchina. Agli ospiti non basta un super Jaylen Brown (40 punti con 17/26 al tiro), perché il fallo commesso da Kristaps Porzingis a 0.5 secondi dalla fine sulla tripla di Mathurin li condanna alla sconfitta.

Miami Heat – Houston Rockets 120-113

Miami perde Lowry, uscito per un problema alla mano sinistra senza più rientrare, ma vince nettamente il confronto con Houston. I Rockets hanno 32 punti da Fred VanVleet e 21 con 11 rimbalzi da Alperen Sengun ma sono costretti a inseguire per tutta la partita. Miami viaggia sulle spalle di Tyler Herro (28 punti) e di Bam Adebayo (22 punti e 12 rimbalzi).

Milwaukee Bucks – Utah Jazz 116-132

I Jazz giocano una grande partita di squadra e guidati da Lauri Markkanen (21 punti e 14 rimbalzi) e Jordan Clarkson (21 punti) passano a Milwaukee. Ai Bucks, privi di Damian Lillard, non bastano un eccellente Giannis (25 punti, 10 rimbalzi e 11 assist) e un Middleton da 23 punti, a condannare i padroni di casa è un primo tempo affrontato con troppa superficialità.

Simone Fontecchio è ormai un punto fermo del quintetto dei lanciatissimi Jazz (8 vittorie nelle ultime 10 partite), contro Milwaukee segna solo 5 punti (2/6 dal campo) ma gioca comunque più di 31 minuti in cui manda a referto anche 3 rimbalzi, un assist, una palla rubata e una stoppata.

Washington Wizards – Oklahoma City Thunder 128-136

OKC, guidata dai big three con Chet Holmgren (31 punti, 11/14 al tiro, 6 rimbalzi e 5 assist) in primo piano insieme al solito Shai Gilgeous-Alexander (32 punti) e a un ottimo Jalen Williams (21 punti e 10 rimbalzi) vince conducendo la partita dall’inizio alla fine. OKC tira con il 59.1% dal campo e il 50% da tre, non lasciando scampo a Washington, che trova 24 punti da Jordan Poole.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 138-111

I Clippers si riprendono subito dopo il doloroso KO nel derby losangelino  e dominano Phoenix grazie ai 25 punti di Paul George e alla doppia doppia da 19 punti e 10 assist di James Harden. I padroni di casa dominano a rimbalzo (49-32) e tirano con il 51.9% da tre, i Suns provano ad aggrapparsi a Kevin Durant (30 punti e 7 rimbalzi) e ai 20 punti di Devin Booker, ma senza riuscire mai davvero a impensierire i Clippers.

 

Stefano Sanaldi