Le parole dei due coach, quello di Brescia Alessandro Magro e quello di Napoli Igor Milicic, dopo il loro scontro nel terzo turno di campionato:

 

ALESSANDRO MAGRO:

“La prima menzione va a Petrucelli, che non avrebbe dovuto giocare o era a forte rischio per un problema al gomito, grazie a lui che ha dato la disponibilità di giocare sul dolore ed allo staff medico che è riuscito dopo due giornate a mettere in piedi Kenny Gabriel per giocare, senza la squadra invisibile non riusciremo a fare quello che stiamo facendo. Napoli è una squadra ben allenata, che fa giocare male, organizzata in difesa. Sapevo che sarebbe stata una partita dove avremmo dovuto avere pazienza, non sia mai scontato, la cosa positiva è che siamo stati consistenti, andando oltre a dei momenti dove abbiamo sbagliato tiri da sotto, una prestazione difensiva di assoluto valore con quasi tutti i quintetti messi in campo. Guardare le statistiche dopo due giornate è poco attendibile, ma Napoli girava a 94 punti di media e ne abbiamo concessi solo 33 alla Gevi nel secondo tempo. Ci prendiamo il buono di aver giocato un’altra partita seria con una squadra di alto livello, i ragazzi mi hanno fatto il regalo di compleanno”.

 

IGOR MILICIC: 

“Prima di tutto faccio i complimenti a Brescia ed a coach Magro per la vittoria. Hanno sfruttato gli errori di Napoli per ottenere la vittoria, nel finale abbiamo avuto la possibilità di rientrare in partita con due triple aperte che non sono andate. Complimenti anche ai tifosi di Napoli che hanno supportato la squadra nonostante la distanza. Per portare a casa queste partite bisogna migliorare la difesa, che per lunghi tratti della partita non è stata adeguata, ma nel complesso sono contento della prestazione e faccio i complimenti sia alla squadra che allo staff”.