Le parole dei due coach, quello di Brindisi Frank Vitucci e quello di Venezia Walter De Raffaele, dopo il loro scontro in campionato:

 

FRANK VITUCCI:

Sono molto contento per il tipo di prestazione offerta e la vittoria ottenuta contro un top team come Venezia. Sono felice per i miei giocatori che hanno mostrato grande volontà, voglia di giocare insieme e la compattezza giusta. Abbiamo rotto il loro gioco prediletto, siamo stati eccellenti difensivamente forzando venti palle perse, soli tre rimbalzi offensivi concedendo solo 63 punti alternando zona e uomo. La difesa è stata regina della partita. Contributo oggi da parte di tutti com’è giusto che deve essere. Il momento era delicato, la risposta è stata lampante e chiude ogni altro discorso che non mi interessa. Ringrazio il pubblico presente che ci ha supportato, trascinato dagli input dati dalla squadra sul campo”

 

WALTER DE RAFFAELE:

“Credo sia scontato dire che Brindisi abbia meritato questa vittoria perché ha comandato sempre la partita. Noi abbiamo mostrato una sterilità offensiva abbastanza preoccupante. Nel primo quarto tanti tiri aperti sbagliati e in generale percentuali davvero modeste. Siamo rientrati nel secondo quarto, ma credo che sia davvero difficile pensare di vincere fuori casa contro una squadra che era affamata di punti, come del resto dovevamo esserlo noi, con 20 palle perse e un differenziale negativo di 9 rimbalzi e 14 tiri dal campo. Abbiamo commesso tante palle perse gratuite, alcune per merito di Brindisi, ma diverse banali che, nel momento in cui cerchi di rientrare in gara, ci hanno tolto energia, fiducia e anche errori nei tiri aperti”.