Così Coach Ettore Messina ha commentato la partita con il Real Madrid: “Complimenti a loro, sono una buona squadra e naturalmente lo sapevamo. La mia sensazione è che nella ripresa siano entrati in campo molto più aggressivi, ma nonostante questo abbiamo continuato a costruire buoni tiri. Purtroppo, abbiamo fatto 9/19 al ferro e sbagliato almeno sette tiri completamente aperti da tre. Lo abbiamo pagato perché al tempo stesso loro con Hezonja e Musa hanno continuato a segnare. Ci sono stati momenti in cui abbiamo giocato un buon basket e altri meno. Dovremo continuare a lavorare per crescere. Ovviamente nel primo tempo abbiamo tirato molto bene e c’erano le condizioni per costruire un vantaggio migliore. Non lo abbiamo fatto perché siamo stati non all’altezza in difesa”.

Sulla fisicità: “Dobbiamo aiutare Brandon Davies a ritrovarsi, perché sta giocando con insicurezza e dobbiamo trovare il modo di avere da Deshaun Thomas da ala piccola quelle situazioni in post-up che può darci. Possiamo solo lavorare. Ci manca un po’ di fisicità sugli esterni e dobbiamo ritrovarla in fretta, perché tanto Shields è infortunato e non potrà aiutarci per un po’”.

Sulla situazione della squadra: “Speravo di stare meglio, ma temevo che succedesse questo. Abbiamo avuto tanti infortuni e lo stiamo pagando. Ne parlavo con Chacho Rodrigues oggi e mi diceva, da giocatore, che siamo solo a novembre. E’ vero, ma io non riesco a vederla così. Vorrei fare in fretta ed è quello che cercheremo di fare. Fortunatamente abbiamo vinto in trasferta partite che ci mantengono in linea di galleggiamento. La partita con la Virtus è una partita difficile, contro una squadra forte, ma non c’è differenza con una gara a Barcellona o con il Real Madrid. Il pubblico oggi ci ha dato una grande mano. Lo farà anche mercoledì”.

Fonte: olimpiamilano.com