La Germani Basket Brescia chiude questa brutta settimana ritrovando il sorriso. La vittoria contro la Gevi Napoli per 95-72 ridà un po’ di morale a tutto l’ambiente dopo la deludente prestazione di martedì e le brutte notizie arrivate dall’infermeria. Brescia controlla la sfida fin dalla palla a due, offrendo un gioco corale ed aggressivo al punto giusto, che non lascia scampo agli avversari. Sugli scudi un CJ Massinburg da applausi che finalmente si prende la scena e fa vedere di che pasta è fatto. Il prodotto dei Buffalo Bulls chiude con 24 punti, 2 rimbalzi e 4 assist. Oltre a lui da segnalare anche le buone prove dei ritrovati Della Valle e Gabriel. Per Napoli non bastano le buone prove realizzative di Howard, Zanotti e Williams ad evitare la seconda sconfitta consecutiva, la quarta se si contano le ultime cinque partite. Buscaglia dovrà lavorare parecchio per evitare che queste prestazioni segnino in maniera indelebile il proseguo della stagione.

Cronaca:

Brescia dimostra di aver assorbito la sconfitta contro Venezia ed inizia col piglio giusto. Nella prima metà del quarto gli uomini di coach Magro, grazie ad un Cournooh in grande spolvero, si proiettano in testa alla contesa doppiando gli avversari (14-7). Nei successivi minuti regna l’equilibrio con Napoli che prova a rimanere in scia sfruttando la vena realizzativa di Willams (18-13), poi sale in cattedra CJ Massinburg. Il numero 5 della Germani si sveglia dal torpore che lo attanaglia da inizio stagione e guida il parziale di 6-0 che porta i padroni di casa sul +11 (24-13). Due liberi di Zanotti e un tap-in vincente di Cobbins chiudono i primi dieci minuti con Brescia avanti 26-15.

Il secondo quarto comincia con Brescia che mantiene il vantaggio accumulato nella prima parte di gara grazie ad una difesa ermetica che spesso manda in difficoltà gli ospiti. Emblema di tutto ciò è Laquintana che in una situazione di gioco si butta letteralmente sul parquet due volte per recuperare la sfera. Alla fine per lui ci saranno anche 7 rimbalzi catturati. A metà quarto il punteggio sale comunque sul 35-25. Dopo il break chiamato da Buscaglia, Della Valle e Zanotti inscenano un duello da oltre l’arco dei tre punti. Due bombe consecutive a testa per entrambi scatenano il pubblico presente al palazzetto. Per la Gevi però ci sono anche i canestri di Williams e Howard che riducono lo svantaggio ospite (41-35). Gli ultimi istanti vedono la Germani aumentare nuovamente la forbice chiudendo il primo tempo avanti di nove lunghezze (47-38).

Al rientro dagli spogliatoi Napoli parte subito forte portandosi sul -4 grazie a Stewart e Michineanu (47-43). I padroni di casa però rispondono prontamente ristabilendo il margine di partenza, sfruttando anche un punto bonus per un tecnico fischiato alla panchina ospite. A cavallo di metà tempo la Germani scala la marcia e allunga il passo. Due triple di Gabriel, oltre all’ottima difesa e ad altre giocate offensive di livello, scavano il solco portando il vantaggio +16 (62-48). Nei restanti minuti prima dell’ultima pausa tecnica Napoli prova a evitare il tracollo affidandosi ai tiri liberi, per Brescia invece ci pensa Massinburg con due triple ad aumentare la forbice. Dopo il secondo tecnico fischiato a Buscaglia, con conseguente espulsione, arriva la terza bomba consecutiva di Massinburg, che con un buzzer beater, porta Brescia sul +21 (81-60).

Nell’ultimo periodo la Leonessa amministra il vantaggio tagliando il traguardo a braccia alzate imponendosi col punteggio di 95-72 . Come con Venezia c’è l’ingresso sul parquet del 17enne Tanfoglio che si mette in cabina di regia per gli ultimi 3 minuti. Oltre a lui, spazio anche per Gabriele Ghidini, al quale Magro concede l’ultimo minuto di gioco. Per Napoli invece ultimi istanti di partita per un altro giovane, Sergio Grassi.

Qui le statistiche dell’incontro

in foto Kenny Gabriel (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi