Il presidente dell’Happy Casa Brindisi Nando Marino, intervistato da Antonio Rodi sul “Quotidiano di Puglia – Brindisi”, ha sottolineato cosa può dare il ritorno dell’infortunato D’Angelo Harrison: “Con la sua capacità di essere un trascinatore sarà lui a tirarci fuori da questa situazione. La squadra ha bisogno di lui, del suo entusiasmo e della sua vivacità. Sarà lui a portarci una gran bella botta di adrenalina. Il ragazzo domenica sarà aggregato al gruppo e partirà alla volta di Sassari ed insieme allo staff tecnico valuterà l’opportunità o meno di scendere in campo. Il ragazzo è guarito, vuole solo scendere in campo sentendosi pronto a dare qualcosa d’importante alla causa”.

Distanti solo due punti dal penultimo posto, i pugliesi non si vogliono comunque far prendere dal panico: “Niente di compromesso. È la situazione di una squadra che deve salvarsi, che ogni anno deve lottare per mantenere la categoria. Il nostro livello è questo, siamo un piccolo club che fa grandi sacrifici per andare avanti, in un territorio il cui contesto economico è noto. Abbiamo al nostro fianco un gruppo di amici sponsor che ci affiancano e continuano a darci fiducia. Per noi è un grande motivo d’orgoglio, che ci spinge ad andare avanti. Dobbiamo imparare in estate ad essere meno impulsivi e avere un po’ più di pazienza nel fare determinate scelte di mercato”.

Non c’è però ora spazio per molti acquisti: “Il mercato non offre molto, tra l’altro per noi diventa difficile riuscire a piazzare quei giocatori che non stanno rendendo. Siamo però vigili e c’è grande unità d’intenti con lo staff tecnico”.

Fonte: legabasket.it