Spazio poi alla prima semifinale di Serie A2, di sabato 16 (ore 16.30) tra Unieuro Forlì e Acqua S.Bernardo Cantù.

A rappresentare Forlì il capitano Daniele Cinciarini e l’allenatore Antimo Martino. Cinciarini: “Non era facile confermarsi ad alto livello, dopo il già ottimo campionato scorso. Siamo al comando, abbiamo vinto tante partite in volata, a dimostrazione di una grande solidità mentale; vogliamo continuare così. La seconda fase? Stiamo cercando di fare il meglio, sarebbe importante concludere al comando la stagione regolare. Serie A2 campionato molto seguito, dove il tifoso si può immedesimare nella propria squadra, con tanti italiani; torneo migliorato negli anni”. Martino: “Siamo fortunati di avere un capitano come Cinciarini, che trasmette ai più giovani la propria mentalità. È uno dei motivi per cui da due anni siamo al vertice della classifica. Con Cantù sarà una sfida avvincente, l’ennesima di questo bel campionato. Siamo abituati di giocare con squadre di questo livello, siamo orgogliosi di essere in questa Coppa Italia. Per me personalmente sarà bello giocare a Roma, piazza dove ho lavorato per diversi anni; Roma merita il basket in alto livello, giocare al Palazzetto dello Sport sarà per me ancora più bello”.

Per Cantù il capitano Filippo Baldi Rossi e l’allenatore Devis Cagnardi. Baldi Rossi: “C’è un grande progetto a Cantù per la nuova arena e per cercare di tornare in Serie A. Stiamo cercando di cementare la nostra mentalità, domenica dopo domenica. Conosco bene Moraschini, che ci ha dato profondità, in una stagione contraddistinta da alcuni infortuni. Forlì non è una sorpresa, stanno costruendo bene e sono molto solidi”. Cagnardi: “Questa Coppa Italia si gioca per provare a vincerla, partecipano squadre con ambizione di andare in fondo, cercheremo di farci trovare pronti. Un evento del genere è a sé stante rispetto al campionato, non sempre quello che avviene nelle varie partite viene poi riportato in questa manifestazione. L’arrivo di Moraschini ci ha portato esperienza e fisicità, si è ben inserito in un roster importante per la categoria”.

 

A concludere la presentazione la seconda semifinale di Serie A2 tra Trapani Shark e Flats Service Fortitudo Bologna (sabato 16, ore 20.45).

Per la Trapani Shark il capitano Marco Mollura e l’allenatore Daniele Parente. Mollura: “Da trapanese è emozionante vivere una stagione del genere, con grandissima ambizione e passione; i risultati ci stanno dando ragione e non ci vogliamo fermare. Mi sono laureato in Scienze Motorie, ora in Giurisprudenza, cercando di dare un piano al mio futuro. Siamo in un momento positivo e vogliamo vincere questa manifestazione; non sarà facile, ma proveremo a portare a casa questo trofeo”. Parente: “Rispetto alla Supercoppa vinta a settembre siamo in un momento diverso, avendo aggiunto due giocatori. A Roma ci saranno squadre di tradizione, che partono alla pari. È un premio che ci siamo meritati, e ora vogliamo giocarcela. Siamo contenti di affrontare la Fortitudo Bologna, squadra storica, con una grande tifoseria; è da inizio anno che abbiamo pressione, ma dobbiamo pensare giorno per giorno, come fatto da inizio stagione. Non esiste l’io, tutti nella nostra squadra hanno fatto un passo indietro individualmente, per poter crescere come squadra”.

Per la Fortitudo Bologna la guardia Riccardo Bolpin e l’allenatore Attilio Caja. Bolpin: “Sicuramente avere un pubblico appassionato che ci segue sempre ci aiuta molto; penso invece che la tradizione conti fino ad un certo punto, puntiamo ad andare in campo e giocarcela al meglio, contro un avversario di alto livello. Caja è allenatore esigente, ma estremamente competente e di esperienza”. Caja: “Senza l’apporto di tutta la squadra è difficile andare avanti. Le squadre che sono qui hanno valori; da diversi anni non allenavo in A2, ho ritrovato un campionato di alto livello, ricco di giocatori e allenatori importanti. Il nostro pubblico dà una spinta incredibile, importante anche nel dare motivazioni, anche considerando che questo è il primo anno della nuova Società. Ho avuto modo di apprezzare tanti italiani di livello in questo torneo, è un campionato che permette di lavorare ad un certo livello, dando loro responsabilità. Per me tornare a Roma sarà un’emozione particolare, visto che ho allenato qui da otto anni; sarà bello rientrare nel Palazzetto ristrutturato, mi riporterà bei ricordi in mente”.

In chiusura Stefano Valenti, responsabile Comunicazione di Lega Nazionale Pallacanestro: “Grazie innanzitutto ai media che racconteranno quest’evento ed un saluto particolare ai giocatori presenti qui alla presentazione nel loro giorno di riposo. Una disponibilità che pareggia la passione dei loro tifosi tifosi. La Coppa Italia avrà numerosi eventi collaterali, grazie al lavoro dell’Area Marketing LNP: tra gli altri, un Marketing Meeting, ospitato nella prestigiosa sede di Villa Blanc, in collaborazione con la Luiss; un torneo 3×3 giovanile, in collaborazione con FIP Lazio; attività di Fan Engagement e Marketplace per tifosi e appassionati, con stand di partner LNP e food & beverage truck; un incontro di Baskin, emozionante disciplina che mette assieme ragazzi normodotati e con disagio psichico. Per la copertura tv, da quest’anno siamo tornati in RAI, con RaiSport che trasmetterà la diretta della finale di A2, all’insegna di una partnership che sta dando reciproca soddisfazione; vi sarà un’ampia copertura, con pre e postpartita. L’evento di Roma sarà inoltre trasmesso per gli abbonati alla nostra piattaforma streaming LNP Pass, con copertura integrale della Coppa Italia di B Nazionale e diretta delle semifinali di Serie A2. Infine, la Guida Digitale alla Coppa Italia, realizzata in collaborazione con gli Uffici Stampa delle squadre finaliste, che sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito di Lega Nazionale Pallacanestro”.

Fonte: legapallacanestro.com