Reduce da un ottima gara in cui ha guidato la Fortitudo Bologna alla vittoria contro l’Urania Milano con una prova da 17 punti, Alberto Conti ha rilasciato un intervista a Stadio. Segue un estratto delle sue dichiarazioni.

Come sono riuscito a sbloccarmi? Semplicemente ho avuto l’occasione di giocare. Questa volta è andata bene anche in attacco, ma anche altre volte ero stato solido in difesa, pur facendo meno canestro. 

Sento maggiore fiducia dopo la gara con Milano? Offrire una prestazione come quella dà entusiasmo e fiducia, anche se io sono un giocatore solido. Cerco sempre di tirare nello stesso modo senza farmi mai condizionare dal tiro precedente, che sia stato un canestro o un errore.

Il rapporto con coach Caja? È ottimo. Caja è un grande allenatore, la sua carriera parla per lui. Sono contento di essere allenato da un coach come lui e di potere imparare tantissime cose quest’anno in Fortitudo.

Se ho mai pensato di cambiare squadra? Assolutamente no. Ho iniziato un percorso qui, era probabile che ci sarebbero state difficoltà, però sono stato e sono sicuro che il lavoro quotidiano avrebbe portato e porti a migliorarsi molto, grazie a Caja e a compagni di squadra come i miei.

La Fortitudo è una candidata alla promozione? Quando fai una annata come la nostra e rimani in alto per così tanto tempo, non è un caso. Nessuno ad inizio stagione si sarebbe aspettato che oggi potessimo ricoprire la nostra attuale posizione in classifica. Adesso siamo consapevoli dei nostri punti di forza e lotteremo fino in fondo per fare il meglio possibile”.

 

In foto Conti (Ciamillo Castoria)