Queste le sue parole di Igor Milicic: “Ieri volevo raccontare qualcosa sulla storia di Cenerentola, perché quella di stasera è un po’ una favola. Mi viene da credere che al popolo napoletano piaccia venire qua al Nord e battere Milano, che era la favorita. Sono orgoglioso dei miei giocatori, in questa finale abbiamo controllato per quaranta minuti; sono fiero di come tutti abbiano fatto uno step in avanti sotto ogni, punto di vista. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il mio staff, allo staff medico e atletico. Giocare tre partite in quattro giorni  è qualcosa d’incredibile, siamo stati bravi perché capaci di interpretare le gare al meglio. La combinazione perfetta è giocare con energia e attenzione tattica, senza dimenticare la marea di tifosi che sono venuti da Napoli per supportarci: vedere una chiazza blu nel palazzetto è stato davvero emozionante, ci ha reso orgogliosi di questo successo.”.

Milicic prosegue indicando la chiave che ha portato Napoli al successo: “Sicuramente se giochi una buona difesa di squadra puoi provare a contrastare una corazzata come Milano. Sotto quest’aspetto abbiamo giocato una delle nostre miglior gare stagionali.”.

Su Ennis: “È partito un po’ lento, ma è lui che ci fa correre. Il suo lavoro a rimbalzo è stato molto importante, ma non voglio entrare nel dettaglio di un singolo, perché l’impegno di tutti è stato la cosa più importante in questa partita.”.

Credits Immagine: Ciamillo-Castoria