Intervistato da Luca Muleo sul “Corriere dello Sport – Bologna”, il CEO Luca Baraldi ha parlato della pressione che può avere la squadra in questa Frecciarossa Final Eight 2024: “La squadra è abituata a giocare grandi partite. Semmai aumenta la consapevolezza che l’evento si avvicina e quindi le motivazioni. E’ solo positivo. Per noi la Coppa Italia conta tantissimo, perché non l’abbiamo mai vinto durante la nostra gestione. Ed è 23 anni che manca dalla bacheca del club. L’abbiamo sfiorata lo scorso anno, c’è desiderio di rivalsa rispetto a una coppa che ci è sfuggita soprattutto per merito degli avversari”.

Il bilancio parziale della stagione potrebbe cambiare in base a come andrà la Coppa Italia? “Solo in meglio. Sarebbe il secondo trofeo stagionale, è un’occasione. Un trampolino verso scudetto e playoff di Eurolega che sono i nostri obiettivi. Non vincerla vorrebbe solamente dire di non essere pronti in questo momento, non che non siamo bravi. Comunque ci sentiamo pronti, la squadra lo è. I playoff di Eurolega? Mancano forse quattro vittorie. Con 8 gare da giocare “basterebbe” mantenere la media che abbiamo”.

Baraldi ha anche esaltato il rapporto del club con coach Luca Banchi: “Nella massima trasparenza, con rispetto, professionalità e fiducia, che è la cosa più importante. Ne abbiamo tanta in lui e la sta ricambiando oltre i risultati, con il suo modo di lavorare e gestire la squadra tutti i giorni. Sia nel calcio che nel basket ho lavorato con grandissimi allenatori, posso dire che Banchi è veramente molto bravo. Se la Virtus è lì il merito è suo e dei giocatori, c’è tanto del coach in questi risultati”.

 

Fonte: legabasket.it