La Virtus Bologna ruggisce cattiva e lo fa abbattendosi in trasferta sulla malcapitata Patrasso: 61-83.
La Segafredo – nonostante l’assenza per infortunio di Milos Teodosic – ha sbranato gli avversari greci, nettamente più deboli. La chiave è stato un terzo quarto perfetto da 32-14. La Segafredo – dopo un buon primo tempo – ha chiuso i conti nella terza frazione mettendo una pressione asfissiante ai portatori di palla del Promitheas e soprattutto percentuali al tiro altissime della premiata coppia Kyle Weems-Isaia Cordinier.
La squadra di Scariolo si rifà quindi dopo la brutta sconfitta della scorsa settimana contro il Cedevita e si rimette in moto per provare a strappare almeno il quarto posto della classifica della regular season di EuroCup. Non sarà facile, ma la Segafredo nelle ultime due partite (Gran Canaria e Bourg) dovrà mettere in campo tutte le qualità che il roster bianconero ha.
A Patrasso comunque è arrivata una buona prestazione di squadra, cosa che Scariolo auspicava. Per la Virtus infatti ci sono 22 punti di Cordinier, 15 di Weems e 11 di Jaiteh.
Per Patrasso invece arrivano 20 da Los Rogkavopoulos e 12 da Jerai Grant.

La cronaca 

In avvio si segna poco, ma è la Virtus grazie alla propria superiorità fisica a prendere il primo margine di vantaggio: la Segafredo a 3.30 dalla fine del primo quarto è avanti 7-12. Al termine del periodo inaugurale la Virtus è avanti 16-21, ma gli highlights finali sono per Rogkavopoulos con una bomba sulla sirena dalla propria metà campo.
La Segafredo ad inizio secondo quarto conferma le ottime cose difensive viste nella prima frazione. E da queste costruisce attacchi ben giocati ed in transizione. Tessitori, Weems e Cordinier trova la prima doppia cifra di vantaggio: 21-31 a 5’ dall’intervallo.
I felsinei sono in controllo, ma comunque Patrasso è sempre a contatto: all’intervallo si va sul 30-36.
Dopo un inizio di quarto equilibrato è ancora Bologna a fare il vuoto. Gli uomini di Scariolo muovono perfettamente la palla e volano sul 38-54. Dopo 30’ la Virtus dilaga sul 44-68.
L’ultimo quarto è pura accademia e la Segafredo si impone 61-83.

QUI le statistiche complete del match 

QUESTA la classifica di Eurocup

Eugenio Petrillo 

Foto Ciamillo-Castoria (foto partita di andata)