Intervistato da Linda Pigozzi sulla “Gazzetta di Reggio”, Nicolò Melli ha parlato dell’ovazione ricevuta in occasione del suo ritorno a Reggio Emilia contro Milano: “Mi ha emozionato moltissimo. È stata la prima volta in cui il pala Bigi mi ha riservato un’accoglienza del genere. Non me l’aspettavo. Vedere il palasport dove tutto è iniziato, in piedi per me è stato davvero emozionante. Sono molto, molto grato a tutti. Ringrazio la Pallacanestro Reggiana e la Fip di Reggio Emilia per averlo organizzato e naturalmente il Premio Reverberi. Custodirò questo ricordo gelosamente”.

Melli non si vuole sbilanciare ancora nel fare un bilancio della stagione dell’Olimpia: “È ancora presto per stendere bilanci, li farò soltanto a fine stagione. A oggi ovviamente non siamo molto soddisfatti ma vogliamo sfruttare questa rabbia sportiva per fare bene nel finale di stagione”.

In futuro, Melli vorrebbe tornare a Reggio Emilia: “Le mie radici sono ben salde qua a Reggio. Qui ho la mia famiglia: i miei genitori, mio fratello, mia nonna e i miei amici. Qui ho aperto un’attività. È presto per parlare di un mio ritorno. Vorrei giocare in Eurolega ancora per tanti anni, poi vediamo cosa succede. Vedremo dove mi porterà la mia carriera professionista. Chissà, un domani…Mai dire mai”.

 

LBA