Intervistato da Piero Guerrini su “Tuttosport”, Nicolò Melli ha fatto il punto in casa EA7 Emporio Armani Milano, sottolineando lo spirito con cui affronterà questa imminente Frecciarossa Final Eight: “Dopo la Supercoppa è il primo trofeo della stagione, il primo punto per tracciare bilanci. È un nostro obiettivo stagionale e si va con la precisa percezione che in una partita secca tutto può succedere, dunque con l’attenzione necessaria”.

Che sensazioni ha tratto Melli da questo campionato finora? “Che se non fossimo stati davvero polli in casa con Pesaro e Pistoia, saremmo primi. Ora siamo terzi, ci sta. Brescia è prima con merito, è l’unica al vertice a non giocare una coppa, è profonda sta giocando un ottimo campionato. La Serie A, anche guardando gli altri campionati, è molto competitiva. Bisogna presentarsi con le scarpe allacciate a ogni gara. Si è alzato il livello generale. In particolare Brescia, Venezia, Trento e Reggio Emilia sono migliorate. Non è facile, però la stagione è lunga”.

Milano sta cercando di risalire la china anche in Eurolega: “Dobbiamo fare prima possibile, trovare la nostra identità e siamo sulla strada giusta. Ci è mancato a lungo un giocatore importantissimo come Mirotic. E Nikola non ha quasi mai giocato con Shabazz, il nostro playmaker titolare. Bisogna trovare chimica, ma qualche momento buono si vede”.

Fonte: legabasket.it