Intervistato da Silvano Focarelli sulla “Tribuna di Treviso”, Osvaldas Olisevicius ha parlato di cosa c’è dietro alla striscia di quattro vittorie consecutive della NutriBullet: “Credo che il motivo risieda nel fatto che abbiamo iniziato davvero a giocare di squadra, ma anche perché la nostra dife­sa ha visto dei netti migliora­menti. E così adesso l’affiata­mento e l’intesa fra noi giocatori sono assolutamente miglio­rati”.

Quella di Brindisi di domenica sarà una partita chiave per la stagione? “Credo proprio di sì, una gara che è sicuramente quella in grado di assicurarci la salvezza in questo campionato. Credo che dovremo atten­derci un incontro molto duro e difficile. Brindisi non è chiara­mente in una buona situazio­ne di classifica e ha bisogno dei due punti come l’aria che respira. E in queste condizioni giocare su quel campo non sa­rebbe facile per nessuno, per cui noi dovremo tenere alta la concentrazione per tutti i 40 minuti e combattere sino alla sirena finale”.

Olisevicius ha anche espresso un primo giudizio sulla sua esperienza fin qui a Treviso: “Fin qui tutto è andato bene, sono venuto alla NutriBullet per aiutare questa squadra ad evitare la retrocessione e, per raggiungere questo obiettivo, c’è da effettuare ancora un pic­colo passo. Tuttavia il lavoro non è ancora finito, bisogna farlo domenica a Brindisi”.

Foto credit: LBA