Intervistato su “Il Resto del Carlino – Pesaro” da Elisabetta Ferri, il direttore sportivo della Carpegna Prosciutto Pesaro, Stefano Cioppi, ha fatto il punto della situazione dopo il k.o. contro Napoli e l’infortunio al polso destro e al radio di Matteo Tambone: “Di sicuro è stata una bella botta da assorbire e mi mangio le mani per i tiri aperti sbagliati nel tempo regolamentare: oggi avremmo due punti in più e un infortunato in meno, visto che Tambone si è fatto male nei supplementari. Matteo è una persona che adoriamo e al quale ci siamo legati a lungo per le sue qualità umane e tecniche, un giocatore capace di migliorarsi sempre, nonostante non sia più un ragazzino. Ma gli infortuni fanno parte del gioco e sappiamo di dover preparare una gara con rotazioni molto limitate, ci saranno più responsabilità per tutti per provare a superare le difficoltà. Mantenendo però dentro di noi la consapevolezza che se finora avessimo vinto 4 partite su 4 non avremmo rubato niente: questo per toglierci qualsiasi scusante e mantenere fiducia in noi stessi e nel nostro gioco”.

Cioppi ha anche parlato dell’infortunio che tiene ai box Delfino: “Carlos sta svolgendo un programma differenziato per recuperare definitivamente da una problematica su cui ha avuto una ricaduta. Nonostante l’età e la sua lunga e gloriosa carriera, ha ancora un grande desiderio e si sbatte per recuperare fra piscina, palestra riabilitazione, perché vuole rientrare. Quando riprenderà ad allenarsi con la squadra servirà un lavoro di condizionamento per tornare al passo con i compagni”.

Ovviamente questi infortuni hanno riaperto il mercato della VL: “È chiaro che cerchiamo un esterno il più completo possibile e che possa inserirsi nella chimica di un gruppo abituato a giocare insieme. Stiamo cercando di essere il più rapidi possibile, ma dipende anche dalle opportunità di mercato che si presenteranno”.

Infine, una battuta sulle prossime partite in programma: “Abbiamo un calendario bestiale nelle prossime tre giornate, andiamo a Brescia, poi arriva Milano e dopo la pausa saremo a Brindisi: ma siamo al terzo posto fra le squadre che segnano di più, se si lavora un po’ meglio in difesa forse possiamo provare ugualmente a fare qualcosa di buono”.

Fonte: legabasket.it