Intervistato da Luca Burioni sul Corriere Torino, il presidente della Bertram Tortona ha rilasciato una lunga intervista, partendo da un’analisi dell’annata da poco terminata: “Quello che abbiamo fatto nella scorsa stagione ci lascia tante sensazioni piacevoli e al tempo stesso un senso di responsabilità: le difficoltà della prossima stagione saranno tante, società e staff ne sono consapevoli. Dobbiamo migliorarci se vogliamo ripeterci. Dopo aver bruciato moltissime tappe, abbiamo l’ambizione di restare in alto. E il “mondo” delle coppe europee rappresenta il nostro sbocco naturale, condiviso dalla proprietà”.

Ora però si pensa al futuro, pensando a quali aspetti migliorare: “Abbiamo fatto un’analisi dei difetti di una stagione straordinaria, per fisicità e atletismo c’era qualcosa in meno rispetto alle altre. Puntiamo a colmare questo gap, lo abbiamo già dimostrato con le scelte di mercato da Semaj Christon a Leonardo Candi, pur continuando a fare affidamento sullo zoccolo duro di uomini che hanno dato tanto per noi e che restano nel pieno della loro crescita con Tortona. Tutto parte dalle ambizioni che il dottor Gavio ci trasmette, la sua voglia di continuare a investire e far crescere la società. Ripartiremo con l’idea di voler ancora essere tra le prime otto dopo il girone di andata e anche alla fine della regular season”.

Nello zoccolo duro della Bertram c’è anche coach Ramondino: “Credo sia l’allenatore più bravo di tutti, ma sono di parte. Non è stato difficile, così come per le trattative con i giocatori. Gratificante: potevano ambire a squadre che giocano in Europa, hanno detto tutti di volerci arrivare con Tortona”.

Mancano solo pochi pezzi per completare il roster: “Siamo stati reattivi, la squadra è già quasi al completo. Manca un giocatore in ruolo 4 o 5, un interno, il nostro capo scout Gianmaria Vacirca andrà alla Summer League di Las Vegas. Faremo una scelta ponderata”.

Infine, il punto sulla Cittadella in via di costruzione: “In 3-4 mesi andremo lì a svolgere l’attività, nella palestra secondaria. E avremo anche uffici, sala pesi e sale riunioni. Il palazzetto sarà pronto a fine 2023: dopo 9 lunghi anni la squadra tornerà a Tortona”.

Fonte: legabasket.it