Il Lokomotiv Kuban sconfigge Trento in Russia sul punteggio di 97-95, riscattando subito la sconfitta subita nello scorso turno di Eurocup in casa del Turk Telekom Ankara e si porta in testa della classifica. La squadra russa ha saputo compiere una rimonta magistrale nell’ultimo quarto, recuperando 13 lunghezze di svantaggio (70-83) negli ultimi sette minuti di gara al team trentino. La squadra di Pashutin, che nella prima metà di gara era riuscita a trovare solo Motley come protagonista, nel finale è riuscita ad ottenere ulteriori risorse in Errick Mccollum (che ha cambiato passo nella ripresa) ed Ilnitski, che con due triple fondamentali ha permesso ai russi di portare a casa la sfida. D’altra parte la squadra di Lele Molin, che subito dopo tre minuti nella gara aveva perso Jonathan Williams, subisce così la sua quinta sconfitta nella competizione su sei gare giocate, rimanendo in penultima posizione.  Trento è sembrata non avere più energie nel finale, faticando a trovare canestro e fluidità in attacco e crollando completamente contro gli attacchi russi, che hanno sfruttato la situazione e portato a casa la gara. Nelle fila della squadra italiane non è bastato il fatto di esser riusciti a trovare vari protagonisti nella sfida, infatti nella partita si sono messi in luce Caroline con una doppia-doppia da 13 punti e 10 rimbalzi, Flaccadori che sta sempre diventando più un punto fermo della squadra ed ha concluso a quota 17 punti e Mezzanotte, che ha prodotto 16 punti. Buona anche la prova di Desonta Bradford, capace di sbloccarsi nella ripresa e chiudere la gara a 18 punti. A fare la differenza nella sfida la percentuale da tre punti, 9/17 (52%) del team russo contro l’8/19 (42%) di Trento.

LA CRONACA

Nel primo quarto parte forte il Lokomotiv Kuban, che guidata da uno scatenato Motley, scappa subito sul 10-4 dopo tre minuti. Arriva la reazione di Trento, che alza l’intensità in difesa e guidata da Mezzanotte torna sul -2 (17-15) a tre minuti dal termine del periodo. Il team di Lele Molin guidata da Saunders riesce a sorpassare e concludere la prima frazione in vantaggio 23-25. Nel terzo quarto parte forte Trento, che rimane in controllo della gara e dopo tre minuti è in vantaggio 23-29. Il team italiano grazie ad una grande intensità difensiva riesce a restare avanti ed a tre minuti dall’intervallo è sul +10 (34-44). Arriva la reazione del team russo che continua ad esser tenuta in piedi da Motley ed all’intervallo sono sul -4 (44-48). Nel terzo quarto Trento rimane in controllo della sfida e dopo tre minuti è avanti 51-58. L’Aquila guidata da Caroline riesce ad allungare e a tre minuti dal termine del periodo è sul +12 (55-67). La squadra russa riduce il gap guidata da Mccollum e conclude il quarto sul -8 (66-74). Nell’ultimo periodo Trento guidata da Bradford allunga ancora portandosi sul +13 (70-83) a sette minuti dal termine. Il Lokomotiv alza l’intensità difensiva e torna a contatto, portandosi sul -4 (84-88) a tre minuti dalla fine della gara. La squadra russa è più lucida nel finale e vince 97-95.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Jonathan Motley, foto Eurocup

Valerio Laurenti