Ancora una volta, per il terzo anno consecutivo, Mattia Udom festeggia il proprio compleanno lontano dal parquet. Come accaduto già nel 2020 e 2021, infatti, l’ala della Dolomiti Energia Trentino spegne le candeline in un giorno privo di impegni agonistici ufficiali e dunque dovrà aspettare il match della 7ªgiornata d Serie A UnipolSai 2022/23 in programma domenica contro la Virtus Bologna per farsi un regalo sul campo.

Le V Nere, a proposito di ricorrenze, sono un avversario a cui Udom ha legato certamente alcuni bei ricordi visto che è proprio contro di loro che il 2 febbraio 2014, con la maglia della Montepaschi Siena, il nativo di Bagno a Ripoli è partito per la prima volta in quintetto base nel massimo campionato nostrano.

In quell’occasione l’ex Brindisi e Verona concluse con 3 punti e 2 rimbalzi in 6 minuti di gioco con un solo tiro dal campo tentato (e segnato) e zero conclusioni prese da dentro l’area e dalla lunetta, punto questo da dove sette anni più tardi (il 13 marzo 2021), sempre contro la Virtus, Udom ha messo a segno i propri highs in Serie A per liberi segnati (5) e tentati (8) in una partita poi terminata con 10 punti e 9 rimbalzi totali.

Cifre simili potrebbero permettere a Udom di agevolare il compito dell’Aquila anche domenica contro la compagine felsinea, ancora imbattuta in campionato in virtù dei sei successi conquistati in altrettante uscite finora, una striscia questa che potrebbe seriamente essere in messa in discussione da un club (Trento) che sta cavalcando una serie di due vittorie consecutive e che, soprattutto, conserva piacevoli memorie dei match contro la Segafredo.

È proprio affrontando quest’ultima che la formazione felsinea ha fatto registrare i best di squadra in Serie A a livello di assist (27 nella vittoria 96-81 del maggio 2015), recuperi (18 nell’affermazione 80-66 del  dicembre 2015) e percentuale da 3 punti (77.8% con 7/9 nel successo 75-68 dell’aprile 2016), tre primati che potrebbero seriamente ispirare la Dolomiti Energia Trentino tra quattro giorni quando Udom, in prima persona e coadiuvato dai compagni, cercherà di cogliere un successo anche per festeggiare al meglio le proprie 29 primavere.

Fonte: legabasket.it