Le parole dei coach, quello dell’Aquila Trento Lele Molin e quello della Reyer Venezia Walter De Raffaele, dopo il loro scontro in campionato:

LELE MOLIN:

«Abbiamo avuto la forza di prendere atto della nostra scarsa competitività e della pochezza mostrata nei primi due quarti e siamo riusciti a dare un volto diverso al nostro secondo tempo: nel terzo quarto la squadra ha messo in campo una determinazione diversa, abbiamo veramente messo le basi per poter rimontare in quei cinque o sei stop difensivi consecutivi che ci hanno permesso di fare qualche canestro facile. Arrivando di rincorsa, siamo entrati nell’overtime con più inerzia e fiducia, e anche in quei cinqe minuti extra abbiamo avuto buona prontezza in difesa. Alla fine poi anche questa sera Martin ha catturato un paio di rimbalzi decisivi per darci preziosi extrapossessi in momenti chiave della partita».

WALTER DE RAFFAELE:

“Al di là di tutte le valutazioni che possiamo fare di qualsiasi tipo sul finale e sul supplementare, credo che l’errore capitale che abbiamo commesso sia stato quello di aver giocato ventisette minuti dominando la partita e sul +21 aver pensato che la partita fosse chiusa. per una squadra come la nostra questo è un grande errore che non possiamo permetterci di fare e che non dovrà ripetersi. Adesso è importante ricaricare e ripartire. Complimenti a Trento che ci ha creduto mettendo la partita sul binario che conosciamo: grande energia grande durezza”.