Parlando a Silvano Focarelli sulla “Tribuna di Treviso”, Alessandro Zanelli ha parlato della folta concorrenza che troverà nel suo ruolo in questa stagione con Ky Bowman, Deishuan Booker e un altro esterno che la NutriBullet dovrà ancora mettere sotto contratto: “La cosa non mi spaventa, diciamo che i ruoli nella pallacanestro non sono più così definiti: so che l’idea dell’allenatore è di avere più esterni possibile, in modo da attaccare dal palleggio e creare per i compagni. La parte offensiva sarà molto sulle spalle di noi che giochiamo fuori ed è perciò giusto che ci siano molte alternative ed una ampia possibilità di scelta: questo reparto sarà il nostro punto di forza. Inoltre per me sarà un piacere potermi confrontare con tali giocatori, il fatto non mi spaventa per niente”.

Zanelli dà anche un giudizio sul mercato biancoblu: “A me sembra che stiamo allestendo un’ottima squadra: chiaramente parecchi di questi giocatori prima di oggi non avevamo mai giocato in Italia, però leggendo ed informandosi sul loro conto posso dire che a Treviso Basket porteranno grande talento. Altro particolare: sembra un roster profondo rispetto al passato e soprattutto con elementi quasi tutti abbastanza giovani, che possono crescere e migliorare. Ho una grande curiosità, non vedo l’ora di iniziare gli allenamenti per vedere dove potremo arrivare”.

L’asticella del livello del campionato si è alzata dovunque: “Certo, basta guardare il mercato di chi se l’era giocata con noi: Reggio Emilia ha fatto una squadra solida, Scafati ha confermato giocatori importanti: alla fine come sempre saranno i dettagli a fare la differenza, il lavoro quotidiano, l’amalgama fra i giocatori. Se ci riusciamo potremo toglierci delle soddisfazioni”.

Fonte: legabasket.it