Nella settima vittoria in campionato conseguita domenica dalla Openjobmetis Varese contro la Pallacanestro Trieste, Colbey Ross e Tariq Owens hanno recitato una parte decisamente significativa.

Rispettivamente miglior realizzatore e miglior rimbalzista della formazione lombarda nel match di due giorni fa, il playmaker e il centro statunitensi sono stati fra coloro che più hanno indirizzato la contesa contro i friulani favorendo il 104-99 finale con cui si è conclusa la sfida del Palasport “Lino Oldrini”.

Nel dettaglio, Ross ha dato sfoggio di tutto il proprio talento offensivo confezionando la sua miglior prestazione di sempre in Italia e ritoccando diversi degli high finora siglati nel massimo campionato nostrano: mai, infatti, il prodotto dei Pepperdine Waves era riuscito finora a segnare 27 punti, convertire 9 liberi, catturare 2 rimbalzi offensivi, subire 9 falli e assommare 31 di valutazione al termine di una partita di Serie A.

Tali numeri però non sono stati i soli a cui Varese ha dovuto appellarsi per avere la meglio su Trieste, avversario che è stato superato anche grazie alla performance di Tariq Owens.

Costui, spendendosi con profitto sotto i tabelloni, ha ritoccato i propri high in Serie A per punti (14), tiri da due punti (6 segnati sugli 8 tentati, entrambi nuovi best personali) e minuti giocati (31) andando quindi in doppia cifra per la quarta volta in undici gare di campionato, quattro circostanze queste in cui Varese, puntualmente, è sempre uscita coi due punti in tasca.

A proposito di punti, assieme a Ross e Owens, è infine opportuno rimarcare come nell’ultimo fine settimana anche Markel Brown abbia fornito un contributo più che sostanzioso terminando l’incontro con Trieste con 20 punti a referto.

Tale cifra, a livello statistico, ha permesso al nativo di Alexandria di aggiustare a 25.6 punti la propria media delle ultime tre uscite e, contemporaneamente, allungare sempre a tre la striscia di gare consecutive con almeno 20 punti segnati, un’impresa questa che l’ex Nets, dopo il college, aveva centrato precedentemente solo un’altra volta in carriera infilando 21, 23 e 20 punti tra il 25 marzo e il 12 aprile 2021 con la maglia dell’Hapoel Eilat.

Avendo pareggiato domenica tale striscia, con un ventello nel prossimo turno Brown potrà dunque realizzare un primato personale senza precedenti ma, prima ancora, potrà mettere la Openjobmetis nelle condizioni di ambire ad un’altra importante vittoria in campionato.

Fonte: legabasket.it