L’esterno della Reyer Venezia Michael Bramos è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport ed ha parlato del rapporto che ha instaurato in questi anni con la città e la squadra:

“Da parte mia provo una profonda gratitudine. Sono arrivato quì da un brutto infortunio e ho trovato un club che ha sempre creduto in me. Insieme abbiamo raggiunto grandi obiettivi. Sono orgoglioso di ricordare la Reyer dov’era quando sono arrivato e della crescita che ha fatto. Per me e la mia famiglia Venezia è un posto fantastico in cui vivere. Il supporto che sento dai tifosi è qualcosa di speciale. La Reyer è una grande organizzazione e mi riferisco a tutti: dal presidente allo staff, alla squadra fino a chi lavora dietro le quinte. Un club che valorizza il lato umano delle persone. Sul futuro, non posso prevederlo ma quì sono felice, spero che Venezia sia l’ultima squadra della mia carriera. Sulla lotta per lo scudetto, Milano e Bologna sono senza dubbio le favorite, entrambe hanno un roster di altissimo livello e profondità. Come però ha dimostrato il passato ci sono molte cose che contribuiscono alla vittoria: la forma fisica, gli abbinamenti ai playoff e la salute dei giocatori. Come ogni anno avremo fame di dare il meglio di noi stessi nel momento più importante, stiamo lavorando per questo”.