Nuovo appuntamento del mercoledì con A2 Emoticon, la rubrica di BM dedicata al secondo campionato nazionale. Andiamo subito a vedere il meglio e il peggio di questa seconda giornata, il suo MVP e il quintetto della settimana!

IL MEGLIO

  • IL DUO ITALIANO

Giornata pirotecnica in quel di Piacenza, dove l’Assigeco trova i primi due punti della propria stagione superando Casale in volata. Protagonisti assoluti della vittoria il duo Pascolo – Sabatini, autori entrambi di una magica doppia doppia. Per l’ala ex Olimpia Milano una prestazione maiuscola da 22 punti e 13 rimbalzi, con 10/18 al tiro e 31 di valutazione. Anche il playmaker ex Fortitudo Bologna si conferma un vero fattore per la categoria, mettendo a referto la bellezza di 14 assist. Per Sabatini si tratta della seconda doppia doppia in due gare, dal momento che alla prima uscita stagionale aveva messo a referto una gara da 24 punti e 10 assist.  

  • LE PRIME DELLE CLASSI

Cento e Cantù si confermano in testa ai due gironi, restando imbattute anche nel secondo turno. Cantù lo fa con una asfissiante ai danni della povera Rieti, che esce dalla lunga trasferta di Desio con la miseria di 49 punti segnati; Cento invece con la classe dei suoi protagonisti. Dopo aver bombardato la Fortitudo, questa domenica è stato il turno di Chiusi nel subire il trattamento Archie. Il lungo americano ha messo a referto una doppia doppia da 18 punti e 11 rimbalzi per sigillare la vittoria esterna. Ma l’MVP del match è senza ogni dubbio Giovanni Tommasini: il playmaker ex Casale e TVB sembra infatti essere tornato il giocatore dominante che era prima prima del brutto infortunio. Domenica per lui 24 punti, 7 assist e 6/9 dalla lunga distanza.  

  • CHIAMAMI AQUILA

Dopo la prima, brutta, uscita stagionale ci pensa il fuoco del Paladozza a rimettere le cose a posto in casa Fortitudo. Partita senza appello per Nardò, che paga l’emozione di giocare nel tempio di Basket City. La notizia di giornata in casa biancoblù è che finalmente si è sbloccato Marcus Thornton: la guardia americana si è riscatta dalla pessima prima prova stagionale, mettendo a referto a referto 16 punti, con percentuali al tiro più che oneste. MVP di giornata Cucci (16 punti e un solo errore dal campo). 

  • IL RITRATTO DI DORIAN GRAY

In quel di Forlì c’è una guardia che nelle prime due giornate ha realizzato 31 punti complessivi. No, non stiamo parlando del nuovo americano ma di un italiano (cremonese per essere precisi) di 39 anni, Daniele Cinciarini. Il prossimo giugno il Cincia metterà il quattro nella prima cifra della carta di identità e gli aggettivi per descriverlo si stanno pian piano esaurendo. Potremmo stare qui ore sprecando metafore sul vino o su qualsivoglia elisir di lunga vita ma non avrebbe senso. Meglio impiegare il nostro tempo guardando gli highlights di un giocatore che sembra più lontano dal ritiro oggi rispetto a 10 anni fa. 

IL PEGGIO

  • IL GUASTAFESTE

Nonostante il +24 finale e una prova corale di tutto rispetto, qualcosa manca in casa Fortitudo Bologna. E quel qualcosa ha un nome e un cognome: Steven Davis. In una giornata di gloria generalizzata ed equamente spartita, il lungo americano non è riuscito nemmeno questa volta ad incidere positivamente. Dopo la prova totalmente incolore di Cento, Davis è riuscito ad entrare negli highlights di giornata soltanto grazie ad una pessima figura in contropiede uno-contro-zero. Almeno il numero di rimbalzi catturati è salito da 1 a 4. Si scherza, ma forse neanche tanto.

  • ACQUA DA TUTTE LE PARTI

Ravenna conferma il proprio inizio di stagione da incubo, tornando dalla trasferta di Chieti con le ossa rotte, di nuovo. Mettiamola così: se comparato con il -30 della prima giornata, il -22 di domenica sembra un grande passo avanti. Ironia a parte, in Romagna l’aria comincia a farsi pesante. Vero è che le difficoltà societarie hanno portato alla creazione di un roster giovane ed inesperto, ma altrettanto vero è che in ballo c’è una categoria da difendere. In due giornate, la OraSì non sembra infatti essere mai scesa in campo.  

  • IL SAPONE SULLE MANI

La Moncada Agrigento non ha cominciato affatto bene la nuova stagione. Domenica, tra le mure amiche, è arrivata la seconda sconfitta in due gare anche se contro un avversario di livello superiore quale la Vanoli Cremona. Alessandro Grande ce la sta mettendo tutta per guidare i suoi nella transizione da una categoria all’altra, ma finora si è imposto più che altro nelle classifiche negative. Il playmaker classe 1994 è infatti primo per palle perse in tutto il campionato: contro Cremona sono state quattro, mentre nella prima giornata addirittura sette. Nulla di cui preoccuparsi, però. Il salto di categoria è complicato per chiunque e il playmaker della formazione siciliana ha fatto vedere ottimi spunti in fase realizzativa in questo inizio di stagione.  

L’MVP DI BM: GIOVANNI TOMMASINI. 

Partita stellare quella del playmaker nativo di Cattolica, chiusa a quota 24 punti (con 6/9 dalla lunga distanza) conditi da 7 assist e due palle recuperate, per un totale di 33 di valutazione. Al di là delle cifre, il titolo di MVP di giornata (per quanto futile) è doveroso nei confronti di un giocatore che nelle ultime stagioni ha vissuto momenti di grande sfortuna. Il brutto infortunio, arrivato all’apice della sua carriera, lo ha tenuto lontano tanto -troppo- tempo dai parquet. Dopo aver saltato un’intera stagione (2018-2019), Tommasini non si è dato per vinto, e giorno dopo giorno ha cominciato il suo percorso di recupero. L’exploit di domenica non è un caso isolato, perché il numero 7 della Tramec aveva cominciato la stagione con il piede giusto già in occasione del derby (vinto) contro la Fortitudo Bologna. E allora, tutti noi, dopo questa prestazione, non possiamo che essere contenti di premiare un giocatore che se lo merita, eccome. 

IL QUINTETTO IDEALE DELLA SETTIMANA DI BM

Playmaker: Giovanni Tommasini, Tramec Cento (24 punti, 7 assist)
Guardia: Giddy Potts, Urania Milano (33 punti)
Ala piccola: Stefan Nikolic, Acqua S.Bernardo Cantù (16 punti e 6 rimbalzi)
Ala grande: Davide Pascolo, UCC Assigeco Piacenza (22 punti e 13 rimbalzi)
Centro: Brady Skeen, UCC Assigeco Piacenza (7 punti e 17 rimbalzi)

In foto, Giovanni Tommasini, MVP di giornata (foto basketinside)

LUIGI AMORI