Nella 21° giornata del campionato di LBA la Carpegna Prosciutto Pesaro batte a sorpresa la capolista Germani Brescia per 93-83 e rilancia la corsa alla salvezza. Dopo la vittoria di Brindisi di oggi pomeriggio contro Cremona, i marchigiani sono stati riagguantati in classifica ed avevano bisogno di una vittoria per mettere ancora più pressione anche alla Nutribullet Treviso che distava solo due punti da Pesaro e non a caso non poteva non esserci una vittoria migliore per i pesaresi.

Partenza sprint alla Vitrifigo Arena per i padroni di casa che trovano canestri ad alto coefficiente e volano già sul +9 (29-21) dopo 10′ di gioco con il neo arrivato Justin Wright Foreman che trascina subito i suoi nuovi compagni. Stessa musica nel secondo periodo con i pesaresi che vedono più volte il recupero dei bresciani ma il duo Totè-Foreman respinge qualsiasi tentativo di rimonta trascinando i loro compagni sul 54-45 all’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti ci provano ancora ma puntualmente vengono ricacciati indietro a suon di triple ma anche per i troppi tiri aperti lasciati ai padroni di casa, risultato di una difesa a tratti disattenta dei ragazzi di coach Magro. Pesaro resiste alla rimonta bresciana ma verso la fine del quarto allunga verso un importante +11 (79-68). Nell’ultimo periodo Brescia non sembra dare segni di una possibile rimonta per cercare la vittoria, i padroni di casa ne approfittano ed amministrano il vantaggio con lucidità e tranquillità, volando verso il definitivo +10 (93-83).

 

TOP PESARO 

JUSTIN WRIGHT FOREMAN: Il neo arrivato in casa pesarese prende subito per mano i suoi nuovi compagni e li trascina verso un successo importantissimo in chiave salvezza. 25 punti in 25 minuti all’esordio, non male.

LEONARDO TOTE’: Altra buona prova per il lungo italiano che in appena 26 minuti mette a segno 21 punti conditi anche da 8 rimbalzi. Lui e Foreman trascinano i compagni al ritorno alla vittoria. Questo successo vale doppio.

FLOP PESARO 

VALERIO MAZZOLA: Troppo falloso il #22 pesarese, 4 falli in soli 4 minuti.

TOP BRESCIA 

JOHN PETRUCELLI: 21 punti per l’esterno italiano della capolista Germani Brescia, l’unico che sembrava provarci sia in attacco che in difesa. Servono a poco i suoi punti, i compagni non lo seguono.

FLOP BRESCIA: Gli unici che si possono salvare in questa debacle sono Petrucelli, Massimburg e Bilan: troppo poco per cercare di mantenere la vetta ed una vittoria sul fanalino Pesaro. Malissimo Della Valle con 0 punti in 15 minuti.

 

 

Di Chiara Morbio

 

Foto credit: Ciamillo-Castoria