Troppo forte questa Brescia per Scafati, la squadra di Sacripanti prova in tutti i modi a portare a casa la vittoria ma la superiorità degli ospiti prevale nell’ultimo periodo, quello decisivo, e con tre triple di fila si porta a casa la vittoria.
Una partita equilibrata, i campani riescono a stare vicini agli ospiti rimanendo in vantaggio anche per molto tempo, Brescia però nel secondo tempo decide di prendere in mano la partita e con alcune azioni recupera lo svantaggio e si porta avanti, nel finale Scafati sembra poter recuperare fomentata anche dal tifo del PalaMangano che però si zittisce di fronte alle tre triple segnate di fila dai lombardi che si portano sul +5 a pochissimo dalla fine e vincono la partita 89-83.

CRONACA
Un buon inizio di partita dei padroni di casa che si portano sul 14-9 e di cui 10 punti solo di Nunge, Brescia inizia a svegliarsi e si riavvicina ma rimane comunque distante, anche il secondo quarto continua in questo modo, con gli ospiti costretti ad inseguire e Scafati che prova a rimanere in vantaggio con alcune triple di Strelnieks, si va alla pausa lunga sul 42-38.
Il terzo quarto sembra preludere una rimonta degli ospiti che infatti si portano in vantaggio per la prima volta dall’inizio della partita grazie anche ad alcuni errori in difesa di Scafati soprattutto a rimbalzo, chiudendo il periodo 63-59, molta tensione in campo e non solo, alcuni screzi tra il pubblico e Gabriel con il giocatore americano che ha provocato il tifo campano con un’esultanza da NBA dopo una tripla.
Scafati si riporta in vantaggio nel quarto periodo e prova in tutti i modi ad allungare il distacco, due tiri liberi di Nunge possono cambiare le sorti della sfida ma l’americano li sbaglia entrambi, Brescia decide così di vincere la partita e, complici alcuni errori, tra cui palle perse, della difesa dei padroni di casa, segna tre triple consecutive portano il risultato sul +5. Scafati prova a riavvicinarsi ma non può nulla contro l’attacco e la difesa di Brescia che vince la partita 89-83.
Vittoria importante della squadra lombarda che ora può rimanere prima in classifica solitaria in attesa dei risultati delle avversarie. Scafati che ha tentato l’impresa, stavolta non è riuscita, ma bruciano ancora le partite perse con Varese e Sassari nei secondi finali e con distacchi così minimi.

Foto di Ciamillo Castoria