Perdere di 3 o perdere di 20 ha lo stesso valore ai fini della classifica. Chiaro però che il tiro della vittoria di Pullen potrebbe aver lasciato qualche scoria psicologica. Morris, Sneed e Bartley ormai hanno preso in mano le operazioni offensive, Bayehe e Laszewski presidiano il pitturato mentre Johnson, che ormai non rientrava più nei piani tecnici di coach Sakota, ha risolto il contratto.

IL MOMENTO

Senza dubbio la sconfitta brucia, soprattutto perchè interna e sul finale di partita. Va constatato anche che questa è la miglior versione stagionale di Brindisi, finalmente equilibrata, concentrata e con un idea di gioco. Le palle perse sono sempre molte, 15 contro Napoli, ma sono figlie di una ricerca di aumento di ritmo e del correre il campo.

LA PARTITA

Contro Pesaro è scontro salvezza, Brindisi è a 3 vittorie, Pesaro a 5 e per l’Happy Casa una vittoria sarebbe fondamentale. Dal punto di vista tecnico non ci sono molti spunti, sarà la voglia e la continuità sui 40′ che decreteranno il vincitore.

Si gioca Domenica 28/01 alle 18:00

Diretta su DAZN

 

 

Riccardo Pirrò