Le parole dei due coach, quello di Tortona Marco Ramondino e quello di Scafati Attilio Caja, dopo il loro scontro nel sedicesimo turno di LBA:

 

MARCO RAMONDINO:

“Faccio i complimenti ai nostri giocatori per la vittoria: è stata una partita durissima. Il girone di ritorno è iniziato come ci aspettavamo, con risultati davvero importanti da parte delle squadre della fascia destra della classifica, per cui siamo davvero contenti di questo successo perché abbiamo un grande rispetto per Scafati e il lavoro di coach Caja. La Givova non si batte da sola, non fa errori ed esegue il suo gioco in difesa con disciplina e precisione, e in attacco con pazienza: questa è una impronta molto chiara che ha. Non sempre siamo brillanti, abbiamo alcuni momenti di rottura e oggi alcuni accoppiamenti difensivi non erano funzionali, ma tutti hanno portato il loro contributo nel corso della gara. Abbiamo bisogno del sostegno della gente per provare a fare grandi cose, in quanto oggi per il livello di preparazione di Scafati è stata una gara da playoff. Possiamo avere dei vantaggi nel finire le partite con quintetti diversi da quelli iniziali: si tratta di una grandissima risorsa che io devo sapere gestire, contando sullo spirito di sacrificio di atleti come Tavernelli, Candi, Cain, Filloy e Radošević che mi aiutano molto nel lavoro”.

 

ATTILIO CAJA:

«La Bertram Yachts Tortona ha legittimato il successo per essere stata avanti per molto tempo. Ma la mia squadra ha disputato una partita gagliarda. Siamo sempre rimasti in partita e nell’ultimo quarto siamo arrivati anche ad un solo canestro di distacco. Nel finale, pur avendo fatto in difesa buone cose, non siamo riusciti a concretizzare due attacchi consecutivi. Siamo comunque usciti dal campo con la consapevolezza di aver disputato una gara solida e consistente, nella quale abbiamo avuto buone risposte dai singoli. Su un campo difficile, contro una formazione di alto livello, non abbiamo affatto sfigurato, ce la siamo giocata e siamo rimasti in partita fino a pochi secondi dalla sirena. Nulla da recriminare per quello che hanno mostrato i miei ragazzi. Purtroppo l’assenza di un terminale offensivo importante come Logan ha sicuramente pesato nell’economia della partita, ma resta il buon atteggiamento dei miei ragazzi».